Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, con una nuova ordinanza, ha prorogato fino al prossimo 3 maggio le disposizioni relative alla revisione temporanea della programmazione del servizio erogato dalle aziende del trasporto pubblico locale extraurbano, per effetto della situazione emergenziale Covid-19.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 20 DEL 14-04-2020

OGGETTO: REVISIONE TEMPORANEA DELLA PROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO
EROGATO DALLE AZIENDE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE EXTRAURBANO PER EFFETTO DELLA SITUAZIONE EMERGENZIALE COVID-19 IN ATTUAZIONE DELL’ART. 1, COMMA 1, LETT. FF), DEL D.P.C.M. DEL 10 APRILE 2020

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

VISTO l’art. 32 della Costituzione;

VISTO lo Statuto della Regione Molise;

VISTO l’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833;

VISTA la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

VISTO il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”;

VISTO il decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”;

RICHIAMATA

la propria ordinanza n. 4 del 14 marzo 2020 con cui, in attuazione di quanto disposto dall’art. 1, n. 5, del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020 si è proceduto alla rimodulazione del servizio erogato dalle Aziende del Trasporto pubblico locale, anche non di linea, finalizzata alla riduzione e alla soppressione dei servizi in relazione agli interventi sanitari necessari per contenere l’emergenza coronavirus sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali; la propria ordinanza n. 11 del 24 marzo 2020 con cui, stante la proroga delle misure di cui al D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, disposta con D.P.C.M. del 22 marzo 2020, si sono prorogati gli effetti della precedente ordinanza n. 4 del 14 marzo 2020 fino alla data di efficacia delle misure di cui al D.P.C.M. dell’11 marzo 2020;

LETTO il D.P.C.M. del 10 aprile 2020 con cui all’art. 1, comma 1, lett. ff), si è disposto che “il Presidente della Regione dispone la programmazione del servizio erogato dalle aziende del trasporto pubblico locale, anche non di linea, finalizzata alla riduzione e  alla soppressione dei servizi in relazione agli interventi sanitari necessari per contenere l’emergenza COVID-19 sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali, la cui erogazione deve, comunque, essere modulata in  modo tale da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie  della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti”;

RILEVATO

che per effetto delle misure confermate con il D.P.C.M. 10 aprile 2020 permangono le ragioni di fatto e di diritto poste a fondamento della precedente propria ordinanza n. 4 del 14 marzo 2020;

EMANA LA SEGUENTE

ORDINANZA

Art. 1

1. Sono confermate fino al 3 maggio 2020 le disposizioni contenute negli articoli 1 e 2 dell’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale del Molise n. 4 del 14 marzo 2020 ed i provvedimenti adottati dalla competente struttura regionale in attuazione delle stesse.

Art. 2

1. La presente ordinanza, immediatamente esecutiva, è comunicata al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e ai Prefetti di Campobasso e di Isernia.

2. La presente ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione e sul BURM.

3. Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE
DONATO TOMA

Articolo precedenteCovid, secondo caso positivo a Larino
Articolo successivoCovid, salgono a 263 i contagiati in Molise: Nessun nuovo caso ad Isernia