di Redazione

Ritenuto un tema assai importante e cogente per la tutela e la valorizzazione del nostro prodotto alimentare Made in Italy, che richiama l’attenzione e traccia le responsabilità lungo tutta la filiera agro-alimentare fino al consumatore/cittadino che acquista il bene.

Tutela e valorizzazione ottenute grazie all’attività investigativa e di controllo ufficiale che viaggia su più livelli: «individuazione e sequestro di alimenti contraffatti; disarticolazione, in Italia e all’estero, della catena logistica, organizzativa e strutturale delle filiere illecite, dei canali di finanziamenti, riciclaggio e reinvestimento dei profitti derivante dalle condotte, nonché recupero a tassazione dei proventi illeciti». Sabato 2 Marzo 2024 a Campobasso, l’ OTAMolise (Ordine dei tecnologi alimentari del Molise) promuove una “Giornata di studio”  dove saranno evidenziati gli aspetti salienti circa gli strumenti più opportuni a tutela degli Operatori del settore Alimentare che trova nel Tecnologo Alimentare un valido rappresentante e protagonista assoluto nelle attività volte a garantire alimenti sani, sicuri e genuini. Il corso mira a fornire un inquadramento corretto delle frodi e contraffazioni alimentari, analizzando le principali violazioni ed i rischi sanzionatori dell’operatore (dando spazio anche al tema della corretta individuazione dei soggetti responsabili all’interno della filiera) a fronte di contestazioni per violazioni in materia di sicurezza alimentare e tutela del consumatore. Sarà trattata la questione dei rischi connessi al mondo dei marchi e degli altri segni distintivi nonché delle produzioni regolamentate (DOP, IGP, Biologico), in cui sempre più alta è l’incidenza delle frodi e sofisticazioni. I destinatari del corso sono Tecnologi Alimentari, Responsabili Assicurazione Qualità e Ricerca e Sviluppo, Titolari d’azienda, Responsabili Commerciali, Responsabili Marketing e Comunicazione, Agronomi, Forestali e Medici Veterinari, Affari Legali, Ufficio Acquisti, Consulenti d’impresa.

Articolo precedente“Argylle”, thriller a Il Proscenio di Isernia
Articolo successivoLA VISITA ALLA LEGIONE CARABINIERI LAZIO DEL GEN. SALVATORE LUONGO