Cari concittadini si è chiusa (ieri) la due giorni di screening gratuita che l’amministrazione ha fortemente voluto, stanziando dei fondi propri oltre al contributo concesso dalla Fruttagel Molise a cui vanno i primi ringraziamenti, per consentirvi di effettuare un tampone rapido antigenico al fine di evidenziare eventuali positività.

Ebbene, voglio dirvi grazie per la massiccia partecipazione ma soprattutto per l’alto senso civico dimostrato. Grazie per i vostri comportamenti responsabili che ci permettono oggi di affermare che le misure previste stanno facendo il loro effetto. I test in programma erano 1000, ebbene ne hanno eseguiti 1148 in poco meno di due giorni.

Oltre a dire grazie a voi, mi preme ringraziare tutti coloro che hanno permesso lo svolgimento dello screening. Grazie alla Cives – Infermieri per l’emergenza, nella persona del segretario nazionale Marco Ricci, alla Pro Loco nella persona del presidente Michele Di Ridolfo, alla Misericordia nella persona del governatore Antonio Bavota, alla Croce Rossa Italiana nella persona della responsabile Marcella Fallucchi, alla Val Trigno Molise nella persona del responsabile Antonio Micozzi, all’Anpana nella persona del responsabile Felice Lategano, alla Protezione Civile regionale per la fornitura del materiale, alla Caritas nella persona di don Antonio Di lalla, alla Fidas nella persona del presidente Franco Vitulli.
Grazie ai medici Bruno Petrecca e Giovina Vincelli. Grazie a Giuliano Maglieri per l’apporto informatico.

La sinergia messa in campo per la due giorni è una delle pagine belle dell’associazionismo in città. Venendo ai dati, come detto, sono stati eseguiti 1148 test rapidi, da questi sono emerse solo 4 positività presto segnalate all’Asrem, ai medici di base e al sottoscritto. Dati molto confortanti che, uniti a quelli giunti questa sera, dimostrano che le misure di contenimento del virus stanno facendo effetto e voi concittadini le state rispettando.

Attualmente a Larino sono 36 i positivi certificati dal tampone Asrem e 4 quelli emersi in questa due giorni. Nel frattempo altri 3 concittadini sono stati dichiarati guariti. Un nostro concittadino è stato dimesso oggi dal Cardarelli, mentre altri quattro nostri concittadini sono ancora ricoverati, uno purtroppo ancora in terapia intensiva.

Dato il successo dello screening abbiamo deciso di ripeterlo con le stesse modalità fra quindici giorni. Siate e siamo sempre tutti responsabili“.