Nota a firma di Mena Bavota, presidente del circolo territoriale di Fratelli d’Italia di Larino.

“In rappresentanza di tutti gli iscritti al Circolo Territoriale Di Fratelli d’Italia di Larino, in linea con quanto già espresso dal Coordinatore Regionale Filoteo Di Sandro, esprimo soddisfazione per la delibera di Consiglio Regionale a favore della trasformazione del Vietri in Ospedale Covid, ritenendo però fondamentale la successiva evoluzione in centro interregionale altamente specializzato per malattie infettive.

Non si pensi però che il traguardo sia stato già raggiunto. Aldilà delle ambigue votazioni cui abbiamo assistito, che hanno visto prima il voto favorevole del centrodestra con astensione dei 5stelle e del Pd, poi un semi ribaltamento, non sono convinta che tutti procedano nella stessa direzione. Forze politiche e personaggi la cui responsabilità per lo smantellamento del Vietri è pesante, cambiando idea, evidentemente intendono cavalcare la forte volontà popolare dell’intera area bassomolisana.

Le ultime notizie che giungono da Roma sono preoccupanti, sul tavolo del Ministro della Sanità ci sono due proposte; considererà il Governo che solo su una, quella per il Vietri, esistono precise deliberazioni favorevoli del Consiglio Regionale? L’altra proposta si base unicamente sulla volontà di accentramento su Campobasso che Fratelli d’Italia Larino condanna senza indugi. Bisogna tenere alta la guardia per non perdere una grandissima occasione di rilancio per la sanità pubblica molisana.

Alle Associazioni che lottano per la riqualificazione dell’ Ospedale di Larino va tutto il mio apprezzamento, con la speranza che nessuna forza politica voglia impossessarsi di tale battaglia, giacché nessuno è esente da colpe nel disfacimento della funzione del nostro Ospedale”.