di T.A.

Persona a modo, con ottimi rapporti sociali, “nato” nell’Arma Carabinieri -il papà Antonio era stato Maresciallo dei Carabinieri a Venafro, stabilendosi coi suoi nella città molisana- ed oggi poco più che cinquantenne Generale della Benemerita e Comandante dell’Interregionale Carabinieri “Podgora” con sede a Roma, da cui dipendono i Comandi delle legioni Carabinieri di Lazio, Marche, Sardegna, Toscana ed Umbria. Si sta scrivendo del Generale della Benemerita Salvatore Luongo, napoletano di nascita e venafrano di adozione, di cui Il Messaggero di Roma nell’edizione odierna dà notizia della visita alla Legione CC Lazio. Lo stralcio dell’intervento dell’alto ufficiale dell’Arma riportato dal predetto foglio della Capitale : “Il nostro impegno per i cittadini”, è stato l’incipit del Gen. Luongo che presenti alti ufficiali, graduati e militari della Benemerita ha asserito : “Proseguire nel solco dell’impegno per la rassicurazione sociale, intercettare in anticipo i bisogni dei cittadini, essergli vicino anche e soprattutto attraverso le stazioni dell’Arma che sono la porta della speranza per i cittadini”. Con tali espressioni il Generale di Corpo d’Armata Salvatore Luongo, Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora” -informa Il Messaggero- ha incontrato i Comandi dell’Arma presenti sul territorio. In chiusura l’informativa secondo la quale l’alto ufficiale della Benemerita ha espresso gratitudine per l’impegno profuso nell’azione di contrasto alla criminalità e per i brillanti risultati raggiunti.

Articolo precedenteLE FRODI AGROALIMENTARI E GLI STRUMENTI A TUTELA DEGLI OPERATORI E DEI CONSUMATORI.
Articolo successivoCONSIDERAZIONI DEL PROF. SILVESTRI DI VENAFRO SU TERRITORIO ED ARIA NEL MOLISE DELL’OVEST