di Tonino Atella

La conferma da Venafro dove nottetempo ci si è divertiti a cospargere di olio Via De Bellis e strade del rione di Sant’Antuono per il gusto di rovinare e arrecare problemi.

La mente umana ? Qualcosa di assolutamente prezioso, se impostata e finalizzata in termini positivi. Se cioè c’é intelligenza e saggezza socio/civile a monte, la mente produce e si rende protagonista di cose eccellenti. Viceversa ignoranza, diseducazione e similari, ossia quanto alberga in menti di diverso tenore e fattezza, ne producono di tutti i colori e sempre e solo di segno negativo. Si prenda quando un grand’uomo, o più di uno o di una di tal fatta, ha combinato tra le strade che portano alla storica chiesa di Sant’Antuono, importantissima per la storia socio/religiosa venafrana, ma anche per aver ospitato tra inizio novembre e primi di dicembre del 1911 l’allora 24enne Padre Pio. Il giovane frate, si ricorda, di pomeriggio dal Convento Francescano della città dove stette per 40 giorni senza più ritornarvi successivamente si recava a Sant’Antuono per confessare, intrattenendo altresì fanciulle e fanciulli della parrocchia con giochi e piacevoli canzoncine mariane. Ebbene lungo Via De Bellis, strada che da via Plebiscito porta alla piazzetta di Sant’Antuono, qualche mente “eccelsa” ha pensato bene, munitosi di bottiglia d’olio, di cospargerne per strada per un buon centinaio di metri, insozzando a destra e a manca, rendendo scivolosissime via De Bellis e tutte le strade adiacenti e mettendo a dura prova l’incolumità fisica di quanti risiedono in zona, soprattutto di anziani e donne. Al mattino, purtroppo la sgradita sorpresa.

“Abbiamo trovato strade, scale e piazzetta tutte insozzate, annerite e ricoperte d’olio -dichiara Carmine, un residente- con pericoli consistenti nel procedere a piedi. Questo era un quartiere bello, accogliente e con strade pulite e sempre in ordine. Adesso è tutta una indecenza, tutto oleoso e tutto assai pericoloso”. Avete idea dei possibili autori ? “Purtroppo no ! Nessuno ha visto niente, essendo accaduto nottetempo. Che peccato, che danno quanto combinato ! Abbiamo segnalato il tutto al Comune e speriamo che presto si intervenga per ripristinare pulizia e sicurezza nell’intero quartiere. Qualche donna residente in zona si è premurata, lavorando per ore, di cercare di pulire e rimuovere l’olio per strada, ma tant’altro resta da fare. Che brutto constatare che conviviamo con simili personaggi, assolutamente indefinibili !”. Una sua conclusione dell’accaduto ? “Mi auguro che gli autori vengano identificati e sanzionati di conseguenza ! Venafro è città civile e poche menti che non conoscono educazione, civiltà e rispetto del prossimo non possono rovinare ogni cosa ! No, vanno identificati e trattati come meritano !”. Commenti ? Assolutamente inutili !

Articolo precedenteMeteo: previsioni del tempo per il giorno 22/03/2022
Articolo successivoBoccardo: “Il Governo tassa gli extraprofitti ora, quando la UIL lo chiede da due anni. In Molise momento particolarmente delicato”