di Tonino Atella

E il cittadino che osserva, commenta un sacco …

Sarà stato qualche buontempone cui piace scherzare, sarà stato qualche voluminoso mezzo  in transito che l’avrà urtato casualmente, sarà accaduto per altri motivi che sfuggono, certo è che va rimessa a posto quanto prima la segnaletica stradale verticale all’imbocco di Via Maiella a Venafro, strada trafficatissima. Il  segnale, così come “si legge”,  <dice> l’esatto contrario di quanto in loco deve avvenire da parte dei mezzi su gomma in transito : ossia che non si potrebbe accedere su Via Maiella da piazza D’Acquisto, mentre deve avvenire l’esatto contrario, vale a dire immettersi senz’altro su via Maiella per procedere verso est. Sul tema pervengono in effetti foto e dichiarazioni di cittadini venafrani attenti a quanto avviene in città. Eccole : “Via Maiella -attacca un lettore- porta all’est di Venafro, agli Istituti Scolastici Superiori della città, alla cittadella militare che ospita Brigata della Finanza e Compagnia Carabinieri, ad attività lavorative di vario tipo,  ad esercizi commerciali, a quartieri popolatissimi, all’interno del Molise a partire dai Comuni di Pozzilli, Filignano ect, all’Istituto Neuromed ed a tant’altro. Il tutto testimonia l’importanza dell’arteria in questione, appunto Via Maiella. Ebbene, giusto all’imbocco della strada, ecco lo stranissimo segnale verticale di “divieto d’accesso” ! Chiaro che trattasi non di errore di installazione, bensì di scherzo, casualità o altro che però trae tantissimo in inganno specie i forestieri in transito, i quali restano interdetti dinanzi alla stranezza e non sanno dove e come proseguire per raggiungere ad esempio cittadella militare, scuole superiori, Neuromed o altro di Venafro e Comuni limitrofi”. Ragion per cui cosa fare ? “Semplicissimo !”, aggiunge il solerte e gentile interlocutore. “Il segnale va aggiustato girandolo a 180°, perché torni a indicare l’effettivo divieto d‘accesso, ossia da Via Maiella a piazza D’Acquisto lato sinistro, e non già l’attuale che come posizionato è sbagliato e trae in inganno. La stranezza, se mi è consentito affermarlo, è che in tanti abbiamo notato e continuiamo a vedere quanto non va all’imbocco di via Maiella da piazza D’Acquisto a Venafro, meno coloro che sarebbero preposti a rimettere le cose al loro posto, aggiustando la segnaletica in questione. Ne va della sicurezza di tutti e della migliore informazione degli utenti della strada, ma la distrazione continua a regnare sovrana … “.

Articolo precedenteCampobasso, protesi gratuite per le persone economicamente fragili
Articolo successivoPrimaria finalità socio/umanitaria : individuare da Iacp e Comuni molisani alloggi popolari liberi per ospitarvi profughi ucraini