Nel marzo di 50 anni fa, grazie alla legge 444/68, nasceva la scuola dell’infanzia statale. Chissà se il legislatore, pur nella positività del suo intento, si rese completamente conto del valore che consegnava al Paese.

Valore riconosciuto dai pedagogisti di tutto il mondo che da sempre studiano la peculiarità di questo segmento della scuola pubblica sottratto 50 anni fa al contesto dei servizi all’infanzia.

Di recente autorevoli statistiche hanno riconosciuto alla frequenza della scuola dell’infanzia il ruolo di primo antidoto alla dispersione scolastica. Questo obiettivo è perseguito ogni giorno da migliaia di docenti che in una quotidianità spesso oscura condividono percorsi metodologico didattici adeguati all’età delle bambine e dei bambini.

Il Decreto legislativo 65 del 2017 sul sistema integrato avrebbe potuto avvantaggiarsi della straordinaria esperienza della scuola dell’infanzia pubblica, estendendone i benefici al segmento 0-3.

Ad oggi non solo non c’è niente di tutto questo, ma rimangono insoluti importanti nodi legati all’espansione del modello pedagogico didattico della scuola dell’infanzia. Li affronteremo a Campobasso il 10 aprile, nel Seminario di formazione organizzato da Proteo fare Sapere e dalla FLC CGIL Molise, in cui avremo modo di discutere con gli operatori del settore delle specificità e della professionalità della scuola dell’Infanzia molisana.

Programma del seminario

Ore 15.30 Registrazione dei partecipanti e consegna dei materiali

Presiede: Maria Citro, Vice Presidente Proteo Molise

Interventi:

Sergio Sorella Presidente Nazionale Proteo fare Sapere

50 anni di scuola dell’Infanzia: dagli Orientamenti alle indicazioni per il curricolo

Anna Fedeli Centro Nazionale FLC CGIL

Il D.Lgs 65 2017 (delega 0-6 della L.107/2015) criticità e prospettive

Anna Di Menna Insegnante scuola dell’infanzia

Specificità e professionalità della scuola dell’infanzia molisana

CONTRIBUTI e ESPERIENZE DAL TERRITORIO

Chiusura dei lavori: Pino La Fratta Segretario regionale FLC CGIL Molise