di Domenico Pio Abiuso

Stamani è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari, ancora in giovane età, il pianista, direttore e compositore d’orchestra Ezio Bosso. Il musicista era da tempo affetto da una patologia neurodegenerativa che pian piano ha peggiorato la sua condizione fisica, fino a costringerlo ad abbandonare le scene nello scorso settembre.

A 16 anni l’artista torinese comincia a calcare palcoscenici prestigiosi in Francia e in altre località europee. Nel corso della sua carriera, ha ricevuto molteplici riconoscimenti, tra cui la nomination al David di Donatello per le musiche di “Io non ho paura”, il Critic and audience choince for best music al Syracuse festival di New York e il David di Donatello per le musiche di “Il ragazzo invisibile”.

C’è dispiacere e rammarico tra gli appassionati della musica per una carriera finita troppo presto che sicuramente poteva dare al 48enne ancora tante soddisfazioni.