di Redazione

Le felsinee certe della terza posizione. Per le rossoblù l’opportunità di chiudere con una magnifica quarta piazza. 

La conclusione della regular season e la proiezione sui playoff con un quarto posto (certo in caso di successo o di medesimo risultato della Geas Sesto San Giovanni a Brescia, oppure demandato ad un calcolo legato al quoziente canestri in caso di stop e contemporaneo successo delle geassine). La Molisana Magnolia Campobasso completa il suo percorso in regular season e va a far visita – in un turno previsto tutto in contemporanea al sabato alle ore 20.30 – alla Virtus Bologna, quintetto, quello delle felsinee, che, con certezza, si tuffa sull’ultimo turno della stagione senza nulla da chiedere avendo già la certezza di chiudere al terzo posto. Al di là di quello che potrebbe essere il contesto, alla vigilia il coach delle rossoblù Mimmo Sabatelli è chiaro circa l’atteggiamento che i #fioridacciaio dovranno tenere sul parquet. «Non dovremo pensare a nulla – argomenta – se non a fare la nostra solita partita, sapendo che siamo su di un campo difficile e contro una squadra di assoluto valore. Speculare su quello che potrebbe accadere su altri campi sarebbe il più grave errore che potremmo commettere. Con certezza, dovremmo dar vita all’ennesima performance di rilievo». Sul fronte dell’organico, nel gruppo rossoblù non si segnalano particolari problemi salvo che per qualche piccolo status influenzale, figlio dell’abbassamento delle temperature di questi giorni sul territorio regionale. «Abbiamo lavorato sodo dribblando anche qualche malanno stagionale – conferma il coach – ma siamo pronti a dare il massimo in questa circostanza». In particolare, la prospettiva di una Bologna con tutto il roster a disposizione, seppur con nulla o più da chiedere al torneo, è per Sabatelli un ‘campanello d’allarme’ non indifferente.  «Sarà una gara da affrontare al massimo. Per portarla dalla nostra servirà la cosiddetta partita perfetta perché loro sono una corazzata di assoluto vaolre e, a livello di mentalità, cercheranno di costruire ulteriori certezze in questa occasione». Ulteriore particolarità sarà quella di giocare nel modernissimo impianto delle felsinee dove gioca l’omologa formazione maschile, impegnata anche in Eurolega. «Sarà un aspetto di non poco conto – riconosce Sabatelli – un motivo d’oroglio senza dubbio, così com’è stato giocare, nelle altre occasione, in una struttura storica come il PalaDozza. Con certezza dovremo fare di tutto per provare a regalarci un’altra pagina unica in una stagione che è e resta memorabile». Per farlo, il trainer sa bene che le sue non potranno discostarsi di un millimetro dalla propria identità. «Difesa e transizione – arringa – rappresentano una base filosofica del nostro impianto di gioco e, in tal senso, la linea d’azione dovrà essere continua». Da parte sua, poi, il coach delle magnolie non può che esprimere la propria soddisfazione per una notizia che attiene al futuro prossimo del team: ossia la conferma biennale per Stefania Trimboli. «È il segnale di una società orientata a fare bene – discetta – e a migliorare ancora pur nella consapevolezza che le difficoltà aumentano anno dopo anno. In particolare, sono molto lieto della grande volontà di Stefania di restare qui per altre due stagione. Oltre che capitano, del resto, è un punto fermo nel roster ed il rapporto con lei è indubbiamente fantastico». Con diretta streaming in esclusiva su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile, Virtus Bologna-La Molisana Magnolia Campobasso sarà diretta da una terna mista formata dall’agrigentino Calogero Cappello, dal milanese Claudio Berlangieri e dalla sangiorgese Valeria Lanciotti. 

Articolo precedenteAMBIENTE BASSO MOLISE. PASSEGGIATA ALLA SCOPERTA DEL BOSCO FANTINE
Articolo successivoAUTORIZZAZIONE ENAC PER L’ UTILIZZO DELL’ ELISUPERFICIE DI POZZILLI. A CAMPOBASSO SI ATTENDE L’ATTIVAZIONE DI ANALOGO SERVIZIO DI PROTEZIONE CIVILE