Sabatelli e Di Meglio a confronto

Gara ad alto coefficiente di difficoltà: le isolane sono uno dei team di punta dell’A1. Incrocio di ex (tre tra i due team) sul parquet

Il coach Mimmo Sabatelli detta la linea: «Difesa forte. Il sostegno del nostro pubblico potrà essere determinante»

La prima ufficiale nello scenario dell’Arena per la nuova stagione con tanta voglia di mettere da parte il colore del referto delle ultime due gare tra Venezia e Sesto San Giovanni. La Molisana Magnolia Campobasso si tuffa così sulla quarta di campionato nel torneo di Techfind Serie A1 con la consapevolezza di trovare, tra le mura amiche, un’antagonista tra le fab four del massimo torneo cestistico in rosa: ossia la Passalacqua Virtus Eirene Ragusa.

COMPETITOR NOTO Già affrontato in due circostanze in occasione del memorial ‘Passalacqua’ (nel secondo caso le rossoblù sono riuscite a recuperare un gap di rilievo e portare le proprie avversarie sino ai tempi supplementare), quello isolano è team che ha centrato due successi nelle prime tre uscite, arrendendosi solo domenica scorsa, tra le mura amiche del PalaMinardi, ad una Reyer Venezia impostasi per il rotto della cuffia.

«Il loro è un top team – riconosce alla vigilia il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli – uno dei club blasonati di una massima serie in cui nessuna partita sarà facile, anche quelle con le neopromosse. Questo lascia ben intendere il livello qualitativo del torneo. Da parte nostra, abbiamo lavorato per farci trovare pronti a questa sfida con la volontà di provare sino in fondo a prenderci un successo importante».

Perry all’opera

SCENARIO AMICO In particolare, a tre settimane dal weekend del torneo ‘Campobasso per lo sport’, i #fioridacciaio possono esibirsi nello scenario di allenamento quotidiano.

«Non vedevamo l’ora – conferma Sabatelli – di poter giocare nel nostro impianto davanti ai sostenitori di questa squadra».

WORK IN PROGRESS In quella che è stata una settimana piena, da martedì la squadra ha analizzato – di concerto con il proprio staff tecnico – l’ultima gara a Sesto San Giovanni.

«In particolare – spiega il coach – abbiamo analizzato soprattutto i black-out che sono emersi in corso di contesa e, specialmente, nel secondo quarto, secondo un trend già emerso a Venezia. Sappiamo che abbiamo ancora tanto da lavorare e c’è da migliorare su diversi aspetti, però, al di là del rammarico per lo stop di domenica scorsa, la voglia di impegnarsi e crescere sono ancora più forti».

BOLLETTINO DI SQUADRA Fisicamente, tutto il gruppo rossoblù è pronto a rispondere all’appello, anche se, in settimana, ci sono stati alcuni piccoli acciacchi con cui i #fioridacciaio hanno dovuto convivere.

AVVERSARIA PROFONDA Sull’altro fronte, il roster ibleo può contare anche su di una ex come l’ala-pivot italostatunitense Samantha Ostarello (tra le molisane, invece, due le ex di giornata e, più precisamente, l’esterna Martina Kacerik e la lunga Giuditta Nicolodi). Il gruppo, affidato ad un tecnico al rientro in categoria come Mirco Diamanti (nella sua ultima esperienza di A1 ha, però, condotto Lucca allo scudetto), oltre alle confermate Nicole Romeo e Chiara Consolini, ha aggiunto tra le esterne elementi del calibro di Francesca Dotto e Beatrice Attura con, sul versante straniero, l’ala statunitense Keisha Hampton, l’ala-pivot britannica di origini nigeriane Kristine Anigwe ed il centro lettone Kristine Vitola.

«Le qualità di questo organico faranno sì che la gara sarà di una difficoltà unica e dovremo giocare al meglio delle nostre possibilità per portare la gara sui nostri binari».

TIFOSI A RACCOLTA Contando, magari, anche sul pieno sostegno della torcida rossoblù, chiamata a gran voce dal club in questi giorni a gremire l’impianto di contrada Selvapiana. «Lo diciamo da sempre – aggiunge Sabatelli – la vicinanza del nostro tifo è fondamentale. Questa è una squadra che ha bisogno della presenza della propria gente e speriamo di trovare l’Arena piena, ricevendo la spinta e l’affetto che i supporter rossoblù sanno dare».

ASPETTO TATTICO Oltre al fronte motivazionale, però, non marginale sarà l’aspetto di carattere tecnico-tattico con un piano partita ben calibrato dallo staff tecnico campobassano e presentato con dovizia di particolari al gruppo rossoblù.

«Sarà determinante difendere forte e cercare di limitare le loro bocche da fuoco – sintetizza Sabatelli – mentre in attacco sarà determinante far emergere la nostra coralità».

COORDINATE A LATERE Per la terza domenica del mese di ottobre, con canonico orario per la palla a due alle 18, la sfida tra La Molisana Magnolia Campobasso e Ragusa sarà visibile in esclusiva diretta streaming pay su Lbftv, la piattaforma della Lega Basket Femminile. Fischietti designati la trevigiana Chiara Maschietto, il siracusano Sebastiano Tarascio e la pordenonese Chiara Corrias.

 

Articolo precedenteCaccia, arrestato 50enne in possesso di un fucile doppietta con matricola abrasa
Articolo successivoFari accesi sulle strade di Campobasso: identificate 600 persone, 400 i veicoli controllati