Il tecnico Mimmo Sabatelli: «Attenzione, voglia ed intensità per invertire la rotta e ritrovare serenità al tiro»

Rossoblù di scena sul parquet del Sanga. Sul fronte campobassano tutto il gruppo pronto a rispondere all’appello

 

Porre un freno alla serie di tre referti gialli in successione con cui le rossoblù devono fare i conti da una quarantina di giorni a questa parte e ripartire di slancio nel rush finale delle ultime sette tappe di regular season.

È simile l’intento in casa La Molisana Magnolia Campobasso con cui le rossoblù si tuffano sulla trasferta a Milano che le vedrà all’opera – nell’avveniristico Sport Center dell’università Bocconi – per sfidare in esterna, nel consueto slot domenicale delle 18, il Sanga penultimo della classe.

DI NUOVO ALL’OPERA Tra i #fioridacciaio, così come tra i fedelissimi dell’Arena, è forte la voglia di scoprire le sensazioni del rientro dopo questa lunga attesa.

«C’è grande voglia di riscoprire le sensazioni delle gare ufficiale dopo questa lunga sosta – le impressioni, alla vigilia, di coach Mimmo Sabatelli – da parte nostra abbiamo lavorato sodo per farci trovare pronti a questa gara, un incrocio ancor più intricato, in considerazione del fatto che, di fronte, avremo una squadra in grande forma (cinque exploit in altrettante gare del girone di ritorno con all’interno lo scalpo contro Schio, ndr)».

VOLONTÀ DI RIVALSA Sul versante campobassano, l’intero gruppo rossoblù è animato da forte determinazione in vista della contesa.

«C’è voglia di riscatto – racconta alla vigilia il coach delle campobassane Mimmo Sabatelli – e l’intento di riprendere un percorso interrotto. Non sarà una gara semplice, anzi tutt’altro. Ci attende un altro incrocio molto intricato, però stiamo lavorando tanto e con grande determinazione ed occorre credere con forza in quanto stiamo facendo».

POLSO DELLA SITUAZIONE Peraltro, in una settimana densa di appuntamenti – soprattutto per le proprie under – le magnolie hanno lavorato con costanza e metodo.

«È stato un avvicinamento intenso – concorda il tecnico – ma, da un punto di vista fisico, abbiamo vissuto una situazione sostanzialmente tranquilla e tutte, in questa circostanza, sono pronte a rispondere presente».

ASTICELLA ALZATA Sull’altro fronte, le meneghine potranno contare sul di un ulteriore innesto fisico come quello legato alla ventinovenne pivot canadese, ma di passaporto polacco, Quinn Dornstauder, elemento proveniente dal campionato polacco tra le fila dello Zaglebie Sosnowiec con cui si è disimpegnata anche in Eurocup, viaggiando ad una media di 15 punti ed 8 rimbalzi a partita.

Dettaglio, peraltro, che conferma quanto ribadito più volte dallo stesso coach Sabatelli nelle conferenze stampa di fine partita: ossia di un girone di ritorno dal coefficiente di difficoltà, se possibile, più alto della prima metà della stagione.

«Ne abbiamo sempre avuto la consapevolezza – conferma – perché tutte le squadre, sia quelle in lotta per i playout che quelle in cerca della miglior posizione ai playout, puntano a migliorare la situazione, magari intervenendo sul mercato. Lo ha fatto Milano con un innesto di assoluto spessore, motivo in più per prestare grande attenzione».

PIANO PARTITA Aspetti che, ovviamente, finiscono per essere delle variabili di non poco conto nell’elaborazione dello stesso piano partita per il match.

«Ci aspetta – chiosa il trainer rossoblù – un’altra battaglia all’insegna della fisicità. Dovremo affrontarla con la serenità di chi sa di aver lavorato sodo in settimana, mettendoci attenzione, voglia ed intensità, caratteristiche necessarie per provare ad uscire da questo periodo ‘no’ sul versante dei risultati. In tutte queste gare abbiamo dimostrato che la nostra difesa tiene e fa emergere le proprie caratteristiche. Ci stanno, invece, mancando i canestri in attacco, nonostante molti tiri aperti e questo dato, probabilmente, è legato anche al disappunto per gli ultimi risultati. Cercheremo di invertire la tendenza e provare a riappropriarci di quella serenità che ha accompagnato questo gruppo nella prima parte della stagione».

DETTAGLI A MARGINE Così come tutte le altre gare precedenti delle magnolie e quelle dellla Techfind Serie A1, il match milanese delle campobassane andrà in onda in esclusiva diretta streaming su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile.

 

 

 

 

A dirigere le operazioni sul parquet una terna mista di fischietti composta dal veneziano Enrico Boscolo Nale, dal ragusano Antonio Giunta e dalla bolzanina Alexa Castellaneta.

CAPITANO COPERTINA Nella giornata internazionale dei diritti della donna – l’8 marzo – il club, assieme agli altri team di A1, è stato al centro di un’iniziativa che ha visto tutte le ragazze della massima serie cestistica protagoniste di un forte messaggio contro la violenza sulle donne con una foto sul cubo del cambio con le scarpette rosse accanto. Testimonial, per i #fioridacciaio, è stata il capitano Stefania Trimboli. Un forte messaggio contro la violenza di genere, peraltro, ci sarà anche in occasione del prepartita della gara a Milano con le due squadre che scenderanno in campo esibendo lo striscione ‘No alla violenza sulle donne’.

redazione

Articolo precedenteBlitz del Nas nei caseifici: chiuse tre attività
Articolo successivoDossieraggio, Meloni: “Il Parlamento dia subito l’ok alle nuove norme”