Anche la Corte d’Appello di Campobasso conferma la condanna per diffamazione aggravata via internet già comminata al blogger venafrano Ciro Carnevale dal Tribunale di Isernia: quattro mesi di reclusione, pena sospesa, e 400 euro di multa, più spese processuali.

In sede civile, afferma l’avvocato Fabio Del Vecchio, difensore di Scarabeo, saranno valutati i danni procurati da Carnevale all’immagine del Consigliere regionale. Soddisfatto il legale campobassano della decisione dell’Appello, che conferma in pieno la sentenza di Isernia, come previsto in aula dallo stesso Del Vecchio.

Il blogger venafrano è stato condannato per aver: “offeso la reputazione di Scarabeo, accusandolo sul sito www.venafrano.org, nel dicembre del 2012, di aver simulato reati facendo imputare il titolare del blog con l’accusa di aver distribuito in pieno giorno nel centro di Venafro ed incolpandolo di commenti spregevoli”, con l’aggravante dell’attribuzione di un fatto determinato e dell’utilizzo di un mezzo di pubblicità.

Carnevale era stato condannato dal Tribunale di Isernia nel dicembre 2014 e l’altro giorno la condanna è stata confermata dalla Corte d’Appello presieduta dal giudice Pupilella. Ora conclude Del Vecchio, si va in sede civile per la quantificazione del danno subito da Scarabeo.

 

redazione

Articolo precedenteFatturazione a 28 giorni, Movimento Consumatori: 5 operatori di telecomunicazione non rispettano le direttive Agcom
Articolo successivoNotarangelo: Sinistra Italiana al fianco delle confederazioni sindacali per cambiare la manovra economica