Gli ex dipendenti Ittierre ringraziano pubblicamente il presidente del tribunale di Isernia, Enzo Di Giacomo. Non solo per quanto ha già fatto, accelerando al massimo le procedure della vendita giudiziaria, al fine di poter pagare gli stipendi arretrati, ma anche per quello che il magistrato sta organizzando in proiezione futura, per garantire un possibile sbocco positivo alla procedura commissariale.

Sbocco che potrebbe essere quello dell’arrivo a Pettoranello di un importante partner industriale per far ripartire la produzione. Insomma, Enzo Di Giacomo – da magistrato – sta interpretando in maniera esemplare il suo ruolo, così non solo da garantire la correttezza delle procedure, ma anche di pensare al futuro lavorativo di centinaia di padri di famiglia. E, al giornalista, vine da fare una considerazione obiettiva: magari fosse vero che il Molise avesse un presidente della Regione attivo, dinamico e propositivo come il presidente del tribunale di Isernia. Ed Enzo Di Giacomo già dimostrò chi fosse, quando grazie al suo interessamento fu salvata la Corte d’Appello del Molise. Magari i politici molisani avessero un decimo delle sue capacità!

Intanto, l’altra mattina, una rappresentanza di circa 15 ex lavoratori, si è recata al Tribunale di Isernia per incontrare e ringraziare a nome di tutti gli ex dipendenti il Presidente del Palazzo di Giustizia, il giudice Enzo Di Giacomo. “Solo l’interesse e l’attività specifica del giudice ha permesso a noi, ex lavoratori, di recuperare quasi il totale delle somme. Non avevamo dubbi, che sarebbe riuscito a restituirci il sorriso” spiegano in coro gli ex dipendenti. Ora manca solo il 40% , che sarà comunque saldato a breve. Soddisfatti anche i legali che hanno accompagnato la delegazione, gli avvocati Lucia Mascitto e Raimondo Fabrizio. Sull’intera vicenda dello stabilimento tessile, avvolto da una coltre di ombre, finalmente una buona notizia che restituisce almeno in parte dignità e serenità ai tanti lavoratori rimasti senza lavoro.