Il vicepresidente nazionale di Futuro e Libertà per l’Italia interverrà domani, martedì 24 aprile, alle ore 11 presso la sede di Fli sita in Corso Risorgimento 87.

All’incontro saranno presenti i candidati al Comune di Isernia di Fli, il candidato sindaco Raffaele Mauro, i referenti locali del movimento. La visita dell’onorevole Bocchino sarà occasione per illustrare alla stampa l’iniziativa ‘liste pulite’ (www.listepulite.it ), con la quale Fli vuole contrastare la corruzione in politica. Il partito, infatti, sta promuovendo una petizione popolare per garantire il rispetto dei requisiti di onestà, onorabilità, insospettabilità, sobrietà e merito nella individuazione delle candidature elettorali. Per l’occasione, sarà allestito un apposito gazebo per la raccolta firme anche a Isernia, in piazza della Repubblica, aperto tutti giorni dal 24 aprile al 2 maggio dalle ore 9:00 alle ore 16:00.

Una delle principali cause del discredito che ha colpito la politica italiana, infatti, è l’opacità dei partiti politici e dei criteri di selezione dei loro rappresentanti istituzionali. Per questo Fli si sta battendo per fare in modo che tutti i partiti e movimenti politici si impegnino subito, con apposite ed inderogabili norme statutarie, a non candidare nelle loro liste e a non indicare per la nomina ad incarichi pubblici quanti siano stati condannati, anche in via non definitiva, per i seguenti reati di allarme sociale: associazione per delinquere, anche di stampo mafioso, peculato, malversazione, concussione, corruzione, turbativa degli appalti, frode nelle pubbliche forniture, rapina, estorsione, usura e traffico illecito di rifiuti. Ma non finisce qui. Perché Fli sta portando avanti anche un’altra petizione popolare, volta a impegnare il Parlamento a procedere al più presto ad una modifica degli articoli 28 e 29 del Codice Penale, al fine di allontanare definitivamente dai pubblici uffici quanti siano stati condannati, in via definitiva, per gli analoghi reati. Anche per questa petizione sarà possibile firmare presso l’apposito gazebo.

Articolo precedenteItalia, paese di casalinghe
Articolo successivoSanità. Pessina: Allarme divario Nord-Sud. 69% disavanzo da 3 Regioni