da Redazione

Si intensificano le indiscrezioni da villa Patriciello che questa sera ospita il capogruppo di Italia Viva, Ettore Rosato.

Tra i circa 30 commensali, l’invito è stato esteso, pare, anche al presidente della Giunta regionale che così ha ricucito i rapporti anche con il suo mentore di Pozzilli. Donato Toma si è attavolato e con lui, ovviamente, anche il cognato dell’eurodeputato, Vincenzo Cotugno, che è anche il vice di Donato Toma.

E poi non può mancare la sindaca di Pozzilli e dipendente Neuromed (l’azienda sanitaria della famiglia Patriciello) Stefania Passarelli già vicina al segretario regionale del PD Molise tanto da assegnare un incarico legale a Vittorino Facciolla proprio con l’ente da lei guidato.

Gli ospiti sono arrivati verso le 20.30 con abbigliamento tipico di una serata di gala. Seduti al tavolo ci sono anche Giusy Occhionero, deputata molisana eletta con Leu e passata con il partito di Renzi, finita agli onori della cronaca nazionale nell’ambito del processo per falso in quanto secondo l’accusa, consentì ad Antonello Nicosia, poi fermato per mafia, di entrare con lei nelle carceri senza autorizzazione per consertire incontri con i boss mafiosi.

Quel Nicosia a cui era legata da un rapporto di collaborazione e, sembra, sentimentale. Insieme a loro anche l’ex sindaco di Santa Croce di Magliano, Donato D’ambrosio.