di Redazione

Tante novità ma anche tanti punti fermi nella terza edizione della Rassegna di Musica Classica promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Isernia e diventata ormai appuntamento fisso del maggio isernino.  Dopo il grande successo dell’Anteprima del Festival “Fabrizio De André Sinfonico”, portata in scena dall’Orchestra Sinfonica del Molise all’Auditorium lo scorso 26 aprile, sono 4 gli eventi musicali in programma in questa edizione 2024. Tutti concerti ad ingresso libero, dunque totalmente gratuiti, tutti nel fine settimana, con due distinte locations. I primi due concerti si terranno a palazzo San Francesco, nel cuore del centro storico, gli altri nell’Auditorium “Unità d’Italia”. Anche quest’anno il  Comune di Isernia, per l’organizzazione della rassegna, si è avvalso di prestigiosi partner, per un festival interamente dedicato ai giovani musicisti. Sono infatti previsti due concerti per giovani pianisti promossi dall’Associazione culturale “Armonia”, un concerto dell’Orchestra Giovanile della St. George’s British International School di Roma e, in chiusura, l’evento dell’Orchestra e del coro del Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso. Seguiranno, nel corso del prossimo mese di luglio, una masterclass di canto ed una di pianoforte dedicate ad allievi selezionati. Una “coda” di Festival che prosegue nell’obiettivo di formazione e  valorizzazione dei giovani talenti della musica classica. E poi spazio alla solidarietà: quest’anno CLASSICA 423 entra a fare parte della grande famiglia di Telethon e aderisce alla “Smaratona”, progetto di filantropia generativa di comunità ideato da Kimos Onlus e realizzato, sul territorio molisano, in collaborazione con la Fondazione Telethon e con cittadini, imprese, associazioni ed Istituzioni locali. Un sostegno alla raccolta fondi in favore della ricerca sulle malattie genetiche rare ed, in particolare, delle organizzazioni no profit che operano sul territorio alle quali sarà devoluto il 30% della raccolta dell’edizione 2024 della “Smaratona Telethon”.

Articolo precedenteNeuromed. L’olio d’oliva è associato a un minore rischio di mortalità per tumore
Articolo successivoTERMOLI. “JACOVIT…TIAMO”: DOMANI L’APERTURA DELLA MOSTRA. IL 12 MAGGIO LA PREMIAZIONE AL CENTRO SOCIALE DELLA PARROCCHIA DEI S.S. PIETRO E PAOLO