di Ylenia Scarabeo

Come ormai arcinoto a tutti, da tempo la città di Isernia si trova a fare i conti con una massiccia presenza di topi che scorrazzano, in tutta tranquillità, in diverse zone dell’urbe. Siamo arrivati al punto che non 40 gradi di temperatura esterna, alcuni cittadini sono costretti a rimanere con finestre e balconi chiusi temendo che i roditori possano entrare in casa.

Una situazione non più tollerabile che sta esasperando chi deve affrontare ogni giorno il problema. Le aree dove c’è una maggiore concentrazione di topi sono il centro storico e via XXIV Maggio dove è sito un edificio abbandonato che conterrebbe sacchi di mangime per animali. Il sindaco d’Apollonio ha promesso che sarebbe intervenuto al più presto per risolvere il problema. Nel frattempo, un nostro lettore, ci segnala le condizioni di abbandono e incuria in cui versano diverse trappole per roditori spare in città.

Sono inutilizzabili e piene di rifiuti. Non sappiamo se questo tipo di servizio di derattizzazione sia ancora attivo, ma se così non fosse le trappole andrebbero rimosse. Nel caso cui, però, il servizio fosse ancora attivo e pagato dal contribuente, la cosa rappresenterebbe un problema serio. In attesa che qualcuno fornisca spiegazioni in merito, pubblichiamo alcune foto giunte in redazione.

Articolo precedenteBilancio positivo per la prima edizione del “MolisExist – Festival delle arti transumanti”
Articolo successivoLa CRI Molise si mobilita per la donazione sangue