Appropriazione indebita aggravata è l’accusa di cui dovrà rispondere una ragazza denunciata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia. L’attività prende spunto a seguito della segnalazione da parte del responsabile di un esercizio commerciale della zona, dopo essersi accorto di alcuni inspiegabili ammanchi relativi agli incassi giornalieri.

Grazie alla tempestiva attività investigativa sviluppata dai Carabinieri, si è giunti all’identificazione della responsabile, una dipendente del negozio, bloccata mentre sottraeva una somma di denaro e che scoperta, ha restituito spontaneamente il maltolto. Alla luce dei fatti e delle prove schiaccianti a suo carico, per la ragazza è scattata la denuncia alla competente Autorità Giudiziaria.