Rivenute alcune siringhe davanti la chiesa del Sacro Cuore a Isernia. La segnalazione arriva da un nostro lettore che, passeggiando in zona, ha notato una siringa in bella vista e ha voluto inviarci una foto per segnalare il pericolo. Nella piazza, dove c’è la statua di San Francesco, scendendo le scalette, i tossici si nascondono per iniettarsi, la loro dose quotidiana.

L’area è frequentata da famiglie con bambini, per cui, occorre avere gli occhi bene aperti e fare attenzione per evitare spiacevoli conseguenze. A quanto ci hanno riferito, le siringhe sono state rimosse dalle autorità competenti, ma è meglio non abbassare la guardia. “Venire qui a drogarsi è una vergogna”, dicono i residenti della zona, anche e soprattutto perché si tratta di un punto di ritrovo dove i bambini giocano.