L’assessore Pietro Paolo Di Perna rende noto che, sul sito web dell’Ambito Territoriale Sociale del Comune di Isernia, è consultabile il bando pubblico dell’INPS relativo al progetto «Home Care Premium», riguardante l’assistenza domiciliare per i dipendenti e i pensionati pubblici, per i loro coniugi, parenti e affini di primo grado non autosufficienti.

«Il programma – ha ricordato l’assessore – prevede il finanziamento di progetti innovativi e sperimentali di assistenza domiciliare, attraverso prestazioni/interventi economici e di servizio, di natura socio assistenziale. Il progetto Home Care Premium – ha aggiunto Di Perna – ha una durata di 18 mesi, si rivolge ai dipendenti pubblici che sono regolarmente iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla gestione magistrale. Lo stesso progetto riguarda anche i pensionati pubblici».

Il bonus disabili può essere richiesto dal dipendente pubblico (o dal pensionato pubblico) per diverse categorie di persone, oltre a se stesso:

• il coniuge, purché sia convivente
• il familiare di primo grado (genitore o figlio)
• il genitore richiedente superstite, per il figlio minore orfano
• il tutore, per il figlio minore del titolare
• l’amministratore di sostegno, per il beneficiario
• il suocero o la suocera
• i fratelli o le sorelle.

«I destinatari del programma – ha inoltre evidenziato Di Perna – potranno beneficiare dell’assistenza domiciliare mediante instaurazione di un rapporto di lavoro domestico con un assistente familiare (badante), grazie ad un contributo economico, proporzionato al bisogno della persona disabile e non autosufficiente nonché al reddito Isee, da un minimo mensile di 550 euro ad un massimo di 1.050 euro. Per qualsiasi chiarimento, gli interessati potranno rivolgersi al personale dell’Ambito Territoriale Sociale di Isernia».

Accanto al contributo per le assistenti familiari il bando prevede il finanziamento anche dei cosiddetti “servizi integrativi”, ossia alcune prestazioni erogate da Enti pubblici socio-assistenziali, a condizione che abbiano stipulato una convenzione con l’Inps. Questi servizi personalizzati verranno meglio definiti e avviati nell’ambito della valutazione e condivisione del piano assistenziale delle persone che accederanno al beneficio.

La domanda di partecipazione deve essere presentata dal beneficiario, ovvero dal titolare delegato, esclusivamente per via telematica, secondo quanto disposto dall’art. 7 del bando pubblico dell’INPS. La procedura per l’acquisizione della domanda sarà attiva dalle ore 12 del 4 aprile alle ore 12 del 30 aprile 2019.