Si tenuta ieri mattina, nella Sala Raucci del Comune di Isernia, la conferenza stampa di presentazione del concorso letterario “Un Museo da favola”, rivolto agli alunni delle scuole primarie e indetto dal Polo museale del Molise, col patrocinio dell’assessorato comunale all’istruzione. Il concorso intende avvicinare agli alunni all’argomento “preistoria”, con particolare riferimento al sito di “Isernia La Pineta”. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Giacomo d’Apollonio, l’assessore Sonia De Toma e il direttore del Museo nazionale del paleolitico Enza Zullo.

«Il progetto – ha spiegato il direttore del Museo – si realizzerà attraverso visite guidate e attività di laboratorio rivolte agli alunni della scuola primaria. I ragazzi scriveranno, poi, dei racconti che parteciperanno al concorso letterario denominato Un Museo da Favola. Un’apposita giuria sceglierà i migliori elaborati e le dieci favole più belle verranno pubblicate in un volume».

«Alla fine di novembre – ha dichiarato De Toma – ci sono state iniziative, organizzate anche con la Provincia, che hanno visto protagonisti i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola secondaria di primo e secondo grado. In quell’occasione, il direttore del Museo del paleolitico isernino, l’arch. Enza Zullo, mi anticipò genericamente il concorso letterario che viene presentato oggi alla stampa e manifestai la volontà di collaborazione dell’attuale amministrazione comunale. Quando poi il progetto mi è stato illustrato nel dettaglio – ha aggiunto l’assessore –, sono stata ancor più convinta della sua validità e bellezza.

Gli alunni della terza primaria vivranno l’archeologia, la storia e l’arte; sarà soddisfatto il loro interesse per la preistoria e il paleolitico isernino, un mondo racchiuso nei reperti fossili de La Pineta, preziosi elementi che testimoniano le ere che ci hanno preceduto e che i ragazzi, con la loro fantasia, racconteranno fiabisticamente, secondo lo spirito del concorso letterario. Ringrazio il direttore Enza Zullo per questa iniziativa finalizzata allo sviluppo culturale delle nuove generazioni».

Articolo precedenteOperazione “Touran” della Squadra Mobile di La Spezia, arrestato uno pusher marocchino residente a Termoli
Articolo successivoCittadino straniero dichiara il falso per evitare l’espulsione, denunciato dalla Polizia di Isernia