di Christian Ciarlante

Te ne sei andato in silenzio, così come hai vissuto. Senza disturbare, senza lamentarti, senza lasciare anche solo un minimo segno della tua sofferenza. A soli 56 anni un brutto male ti ha portato via, lasciando in chi ha avuto la fortuna di conoscerti, un vuoto incolmabile.

Hai preso in giro noi e la morte, hai lottato come un leone senza mai arrenderti, nonostante la sofferenza non hai mai smesso di regalare un sorriso alle persone che incontravi nella tua quotidianità, il ricordo di te ci commuove, è un peccato che tu abbia dovuto lasciare questa tua vita cosi presto. Marcello Pizzi era e rimarrà un grande uomo, genio e sregolatezza, fonte inesauribile di idee, pioniere dell’informatica, amante della musica, degli animali, uomo di grande cultura, sarcastico, ironico, geniale, ma sopratutto un uomo libero che amava la vita in tutte le sue sfaccettature. “Ciao a domani” e tu sorridendo rispondevi “chissà se campo fino a domani”.

Tu eri così, ti piaceva sdrammatizzare, ti piaceva scherzare, era il tuo modo per combattere la “bestia” che ti stava logorando, hai combattuto fino alla fine senza mai arrenderti e questo ti rende onore. Sei stato un galantuomo, prodigo di consigli disinteressati a tutti coloro che venivano da te a chiedere. Affrontavi le insidie e le difficoltà che la vita ti riservava ingiustamente, sempre trasmettendo positività, forza, coraggio e sicurezza. Te ne sei andato in punta di piedi, con la paura di dar fastidio.

Un dolore che non va accettato, ma attraversato nella speranza che questa vita non abbia l’ultima parola e che oltre questa vita ci sia qualcosa di più che ci attende dopo nonostante oggi ci siano solo lacrime. Tutta questa visibilità a te non sarebbe piaciuta e sicuramente ora ti starai chiedendo il perché di tutto questo, ma non scrivere di te sarebbe stato impossibile. Ciao Marcello, che la terra ti sia lieve.

Le esequie si terranno lunedì 4 dicembre, alle ore 15.00, nella chiesa del Sacro Cuore di Isernia.

L’Editore, il Direttore e l’intera redazione di Futuro Molise esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia Pizzi e alla moglie Lucia Pallotta.

Articolo precedenteCaos al Veneziale di Isernia, in obitorio non ci sono posti per tutti i defunti. Esplode la rabbia dei familiari
Articolo successivoPresepe: da Nord a Sud, le tendenze del Natale 2017