Dall’8 dicembre e fino al 6 gennaio, l’associazione culturale Le Cose, insieme allo Spazio Arte Petrecca, propone al pubblico un’importante collettiva d’arte contemporanea di tre artisti della provincia di Isernia, già presentata a Campobasso nello spazio espositivo l’A.r.a.t.r.o. dell’Università degli studi del Molise e curata da Lorenzo Canova e Piernicola Maria di Iorio e Tommaso Evangelista.

Durante la mostra, intitolata «(S)Confini», saranno esposte opere di Michele Peri, Valentino Robbio e Antonio Tramontano, tre personalità conosciute e affermate nel panorama dell’arte regionale e nazionale. L’esposizione, patrocinata dal Comune di Isernia, si terrà nello Spazio Cent8anta. Nei giorni della mostra, saranno organizzati incontri sull’arte contemporanea. Il vernissage è previsto l’8 dicembre, alle ore 18:30, con un breve saluto da parte degli artisti e degli organizzatori. L’ingresso è gratuito.

«La collettiva – scrive il critico d’arte Tommaso Evangelista – si vuol porre in linea di continuità con due storiche mostre organizzate nel capoluogo molisano negli anni Ottanta, curate da Massimo Bignardi: “Il perimetro del vento” e “I margini del segno”, entrambe incentrate sull’idea di una rappresentazione espansa e sulla decostruzione dello spazio.

Di tali esperienze, legata fortemente al contesto molisano il quale usciva, una prima volta, fuori dai suoi confini con una proposta criticamente strutturata, rimane in collettiva, quale legame e memoria, il lavoro di Peri il quale si arricchisce delle ricerche cromatiche di Tramontano e delle tensioni vitali di Robbio.

È il tentativo del territorio di ripensare all’idea di gruppo e di ricerca condivisa, ad una proposta coerente capace di dialogare fuori dai limiti regionali, è la poesia del luogo che si fa canto accorato nel raccontarci attraverso spazi e segni liminari un’idea di rifugio e di eco, con suono insistente come quello della cicala».