Con determinazione dirigenziale n. 747 è stato soppresso il mercato di giovedì 10 settembre, in ragione della sua concomitanza con la cerimonia in ricordo delle vittime dei bombardamenti subiti da Isernia nel 1943. La cerimonia, infatti, interesserà le principali aree in cui si svolgono i mercati settimanali e ciò, oltre a creare impedimento, mal si concilierebbe con il clima di mestizia che caratterizza la ricorrenza.