Come si ricorderà, lo corso mese di novembre l’amministrazione comunale di Isernia aderì a un bando del MIUR che prevede fondi da utilizzare per indagini diagnostiche e strutturali su solai e controsoffitti di immobili pubblici adibiti ad uso scolastico.

Alcuni giorni fa, con decreto dell’8 gennaio, lo stesso MIUR ha approvato le graduatorie di Comuni e/o Unioni di Comuni, di Province e Città Metropolitane per la concessione dei contributi per le predette indagini e verifiche.

«Il nostro Comune – informa l’assessore all’edilizia scolastica Sonia De Toma – è stato riconosciuto beneficiario per i seguenti istituti: Scuola elementare e dell’infanzia ‘Giovanni XXIII’ in via Aldo Moro (edificio blu); Scuola Primaria San Leucio ‘Giovanni XXIII’ in via Umbria; Scuola primaria ‘San Giovanni Bosco’ in via Umbria (scuola colorata). Per ciascuno degli edifici è previsto un finanziamento dell’importo massimo di 7.000 euro».

Lo stanziamento complessivo del bando è pari a 65,9 milioni di euro; di cui 40 milioni sono relativi all’annualità 2020 e destinati alle verifiche, mentre i restanti 25,9 milioni di euro sono per interventi necessari a seguito delle indagini diagnostiche.

Articolo precedenteIsernia – Controlli di Polizia nel week-end: identificate 493 persone, controllati 323 veicoli ed elevate 10 infrazioni al codice della strada
Articolo successivoL’Urp del Comune di Campobasso sta curando l’indagine di customer satisfaction relativamente ai servizi comunali