L’associazione “MENSA Molise” organizza, con il patrocinio del Comune di Isernia, il convegno sull’Intelligenza Emotiva. L’appuntamento è per sabato 5 ottobre, alle ore 11, presso l’Auditorium Unità d’Italia. L’evento prevede la partecipazione di tutti gli studenti delle scuole superiori di età superiore ai 16 anni, ma è aperto gratuitamente a tutta la cittadinanza.

“Mensa” è la parola latina per “tavola”, intesa nel senso di una “tavola rotonda” intorno alla quale nessuno prevale sugli altri. Il solo requisito richiesto per diventarne membri è l’aver superato il 98° percentile della popolazione in un test d’intelligenza specifico.

L’associazione, come si può leggere dal sito internet (www.mensaitalia.it) ha tre fini:

– Scoprire e incoraggiare l’intelligenza umana a beneficio dell’umanità

– Incoraggiare la ricerca su la natura, le caratteristiche e gli usi dell’intelligenza

– Incoraggiare i contatti sociali fra i Soci per mezzo di conferenze, discussioni, pubblicazioni, gruppi di studio, convegni o altri mezzi utili a tali fini.

Il Mensa non ha fini politici, ideologici o religiosi, non è affiliato ad altre organizzazioni, non ha alcun fine corporativo né di lucro, né fa distinzioni di razza, classe, cultura o sesso. Ad oggi il Mensa è un’associazione internazionale presente in oltre 100 nazioni, con circa 120.000 aderenti di ogni età e professione: uomini d’affari, impiegati, medici, editori, giornalisti, operai, agricoltori, casalinghe, avvocati, politici, militari, scienziati, studenti, insegnanti.

Tra i Presidenti del Mensa c’è stato uno dei più grandi architetti del nostro tempo, Richard Buckminster Fuller, e come Vice Presidente il famoso scienziato e scrittore lsaac Asimov. Il notissimo inventore e costruttore di microcomputer Sir Clive Sinclair è stato Presidente del Mensa britannico. Nel corso dell’evento, il supervisore Psicologo dell’associazione a livello nazionale, Rita Raffaella Fabbrizio, spiegherà l’importanza dell’intelligenza emotiva e la differenza con QI.