Era notte fonda quando gli agenti della Squadra Volanti dell’UPGSP, in servizio di controllo del territorio, hanno notato una donna in stato confusionale lungo una strada di Isernia. L’hanno avvicinata e convinta a farsi visitare da personale del 118, fatto intervenire dalla Sala Operativa.

La donna è stata accompagnata in ospedale e qui gli agenti hanno scoperto che, qualche ora prima, la stessa era stata già al Pronto Soccorso dopo un’accesa discussione con il convivente, ma aveva rifiutato le cure e si era allontanata spontaneamente. I poliziotti hanno ascoltato il racconto della donna che ha permesso di ricostruire una storia di disagio e di litigi continui tra i due conviventi, aggravata dall’assunzione di sostanze alcoliche da parte di entrambi e soprattutto dell’uomo, un 53enne di un centro della provincia.

Di recente la donna, che ha 47 anni, aveva riportato lesioni guaribili in 20 giorni. Dopo una breve ma completa e approfondita attività istruttoria da parte di personale della Divisione Polizia Anticrimine, il Questore di Isernia Roberto Pellicone ha emesso nei confronti dell’uomo la misura personale di prevenzione dell’ammonimento, ex art. 8 L. 38/2009.

Gli agenti hanno notificato il provvedimento all’uomo, ammonendolo a tenere un comportamento conforme alla legge e a non porre in essere atti di violenza di alcun tipo. Sono stati, inoltre, attivati i canali della rete di supporto alle vittime di violenza: alla donna sono stati indicati i centri antiviolenza presenti in provincia ed illustrate le possibili alternative per un sostegno umano e sociale.