Il decreto attuativo 10 agosto 2016 viola il diritto dell’Unione Europea.

L’associazione “Mamme per la Salute e l’Ambiente Onlus”  di Venafro e Il Comitato Donne del 29 agosto di Acerra che nell’aprile 2018  accolsero con   grande soddisfazione la decisione del Tar Lazio di condividere le argomentazioni proposte dall’associazione  e dal  comitato , insieme al “Movimento Legge Rifiuti Zero per l’economia circolare, all’associazione   “Verdi Ambiente e Società – Aps Onlus” e  “VAS – Aps Onlus”, circa un possibile contrasto del Decreto attuativo dell’articolo 35 del c.d. Sblocca Italia con i principi ed il diritto dell’Unione Europea sollevati.

OGGI COMUNICANO LA GRANDE VITTORIA IN CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA

 Ringraziamo l’avvocatessa Carmela Auriemma che ci ha assistiti  in questa avventura a titolo gratuito,con grande professionalità e tenacia facendoci raggiungere uno strepitoso risultato.

Ringraziamo  anche i tanti cittadini che  sempre più numerosi continuano a supportarci e che ci sono vicini.

Vittorie come questa ripagano dei tanti anni di impegno continuo ed incessante  dedicato alla difesa del territorio e della salute di tutti.

ALLEGATO: Sentenza-C-Giustizia-UE_8-maggio-2019