Staff dirigenziale confermato a guida del Presidente Nicandro Patriciello, col nuovo mister Alfonso Camorani, 44enne con esperienze di calciatore in A, e tante novità tra i giocatori

Un Venafro Calcio “in costruzione” quello che si appresta ad iniziare la preparazione fisica, atletica e tecnica al “Del Prete”, il rettangolo di gioco cittadino, appena dopo ferragosto in vista della prima di Coppa Italia Dilettanti che prenderà il via il 28 agosto e soprattutto dell’inizio del campionato di eccellenza, la cui prima giornata è in calendario il successivo 11 settembre. Ecco quanto trapela dagli ambienti calcistici venafrani, in procinto di rinnovarsi alquanto.

Intanto c’é il nuovo allenatore : sarà Alfonso Camorani, ex centrocampista 44enne del Campobasso con esperienze di calciatore anche in A tra Lecce, Siena e Firenze. Lo scorso anno è stato sulla panchina del “Forza e Coraggio”, club sannita di promozione campana. Col neo mister sono arrivati il centrocampista Armando Paolella, l’attaccante Cristian Montaperto e Pietro Famiano. Confermati della “rosa” uscente Roncone, Velardi, Cipriano, Bianchi e Farina, cui vanno aggiunti i ragazzi del settore giovanile della stessa Unione Sportiva Venafro. “Ci stiamo muovendo -si apprende dall’ambiente societario guidato dal Presidente Nicandro Patriciello- per allestire un buon Venafro e soddisfare i tifosi. Non è cosa semplice, ma cercheremo di riuscire.

In effetti manca ancora qualcosa al Venafro 2022/23 e puntiamo a completare l’organico quanto prima”. Quindi il girone di Coppa Italia Dilettanti Molise nel quale è presente il Venafro : Virtus Gioiese, Donkeis Agnone, Spinete ed appunto Venafro. Dopodiché le sedici squadre dell’eccellenza Molise 2022/23che come scritto parte l’11 settembre : Castel di Sangro Cep, Città di Isernia, Cliternina, Olimpia Agnone, Alto Casertano, Boiano, Gioiese, Campomarino, Pietramontecorvino, Campodipietra, Gambatesa, Guglionesi, Sesto Campano,Turris, Campobasso 1919 e Venafro.

Articolo precedenteLA MOLISANA MAGNOLIA, DAL 22 AGOSTO LE ROSSOBLÙ TORNANO A SUDARE IN PALESTRA
Articolo successivoL’oro nero del Molise conquista San Pietro Avellana