di Redazione

Doveva essere un progetto rivoluzionario per la mobilità regionale: un collegamento rapido per gli spostamenti della pendolarità breve che sarebbero avvenuti con una metro veloce che si spostava in superficie. Si è trattato, invece, di un ennesimo spreco di risorse,  milioni di euro per un’infrastruttura morta ancor prima di nascere. Parliamo della metropolitana leggera del Molise che sempre stando ai fatti  non vedrà mai il transito di un treno. Infatti è la stessa Regione che parla di un’opera che “ presenta evidenti carenze infrastrutturali dovute alla presenza di un solo binario e 3 passaggi a livello nel centro abitato di Campobasso con gravi ripercussioni sul traffico veicolare cittadino per il passaggio dei treni ogni 35 minuti”. A riportare agli onori della cronaca nazionale la questione, il “telegiornale” satirico di Canale 5 – “Striscia la notizia”- che ha fatto tappa in Molise per raccontare, se mai ce ne fosse stato bisogno, la desolante vicenda. In maniera chiara come è la caratteristica di “Striscia” è stato evidenziato lo spreco di oltre 20 milioni di euro per realizzare stazioni ed altro che in futuro rappresenteranno veri “musei dello sperpero” di un Molise sempre più leader in quanto a opere pubbliche mai ultimate o entrate in funzione.

Articolo precedenteISERNIA, NIDO COMUNALE E SEZIONE PRIMAVERA: APERTE LE ISCRIZIONI PER IL 2024/2025
Articolo successivoLavoro: Nuovo progetto di remote working della 3G SPA di Campobasso