Il Libro “La Fede e la Carità dell’Arcivescovo, S.E. Mons. Antonio Nuzzi” è stato realizzato, su iniziativa dell’Arcivescovo Metropolita di Campobasso – Bojano, Monsignor GianCarlo Maria Bregantini, per onorare la memoria dell’Arcivescovo, Monsignor Antonio Nuzzi. Il Libro, dell’Arcidiocesi di Campobasso-Bojano a cura della Giornalista Rita Carla Codispoti, Responsabile delle Comunicazioni Sociali dell’Antica Cattedrale della Città di Bojano dall’anno 2008, nominata dall’Arciprete Don Rocco Di Filippo, Parroco dell’Antica Cattedrale, di 734 pagine, è edito da AGR Editrice (Arti Grafiche La Regione), rappresentata dal Titolare Gianfranco Galati di Campobasso.

Il Libro a fine aprile ha ricevuto un Riconoscimento da Papa Francesco, agli inizi di agosto è giunta una Lettera di Ringraziamento per il lavoro svolto dal Cardinale Angelo Scola, con una Lettera del 28 ottobre scorso il Presidente della Fondazione Carlo Maria Martini, Padre Carlo Casalone SJ, medico Gesuita, membro della Pontificia Accademia per la Vita, ha comunicato che il Libro è stato inserito nella Biblioteca della Fondazione del Cardinale Martini, anche Lui Gesuita.

Il 16 gennaio è stato comunicato ufficialmente alla Giornalista Bojanese Rita Carla Codispoti che il Libro sull’Arcivescovo Nuzzi è stato inserito sul numero di gennaio di “Aggiornamenti Sociali”, Rivista dei Gesuiti, Ordine religioso al quale appartiene Papa Francesco, Primo Papa Gesuita nella storia, Ordine tra i più importanti della Chiesa Cattolica; la Rivista è edita dalla Fondazione Culturale San Fedele di Milano, dove ha la sua sede e fu fondata nel gennaio 1950, sul primo numero, il Cardinale Alfredo Ildefonso Schuster, Arcivescovo di Milano, proclamato beato da Papa Giovanni Paolo II, ora Santo, si congratulava per la nuova Rivista e ne incoraggiava la lettura e la diffusione. È proprio in occasione del 70° anniversario di fondazione della Rivista Papa Francesco, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il 6 dicembre, ha ricevuto in Udienza i Redattori ed i Collaboratori della Rivista “Aggiornamenti Sociali” ed al quale è stata donata una copia della Rivista.

“Aiutare i lettori a “orientarsi nel mondo che cambia”: questo è il motto che vi siete scelti. Svolgete un servizio prezioso, specie in un tempo di cambiamenti accelerati, che lasciano molti smarriti e confusi. Vi ringrazio di portarlo avanti con fedeltà e costanza da ben 70 anni – ha detto Papa Francesco nel Suo Discorso – ci vuole energia e impegno, e certamente costa fatica. Ma regala anche soddisfazione per il lavoro svolto. Questo ringraziamento si estende a tutti coloro che non sono qui, ma hanno prestato la loro opera durante questi decenni, Gesuiti, laiche e laici”.

“Aggiornamenti Sociali”, il cui Direttore Responsabile è Padre Giacomo Costa SJ, Presidente della Fondazione Culturale San Fedele ed il Direttore emerito è Padre Bartolomeo Sorge SJ che, come ha ricordato Papa Francesco, partecipò insieme al Pontefice alla 32.ma Congregazione Generale dei Gesuiti nel 1974, e che con Padre Gianfranco Matarazzo SJ, Superiore dei Gesuiti Italiani, hanno preso parte all’Udienza, fa parte della rete delle Riviste e dei Centri di Ricerca e azione sociale dei Gesuiti in Europa e della Federazione “Jesuit Social Network – Italia”.

“L’aspetto originale e per certi aspetti profetico del San Fedele è che il lavoro di animazione sociale e culturale che facciamo con la Rivista è in stretto dialogo con le attività nel settore dell’arte, del cinema e della musica della Fondazione – ha spiegato Padre Giuseppe Riggio SJ, Caporedattore di “Aggiornamenti Sociali” in “San Fedele Incontri – Dicembre 2019 – Febbraio 2020” – nonché con le proposte nell’ambito sociale e spirituale”. “Sono tre i Gesuiti nominati Cardinali da Papa Francesco nel Concistoro del 5 ottobre – ha spiegato la Giornalista Bojanese Rita Carla Codispoti – il Cardinale Michael Czerny, SJ molto vicino alla Fondazione San Fedele, mi è stato inviato il ricordo della Sua nomina a Cardinale nella Basilica di San Pietro, Città del Vaticano, il Cardinale Jean-Claude Hollerich, SJ ed il Cardinale Sigitas Tamkevičius, SJ”.

“Ringrazio l’Arcivescovo Bregantini perché ha voluto, con la Sua lungimiranza pastorale, che io portassi avanti questa Ricerca Storica ed Archivistica, per la formazione da Lui ricevuta in questi dodici anni che lo seguo giornalisticamente nella Città di Bojano e nell’Area Matesina; è un altro importante risultato ottenuto ed un primato per la nostra Arcidiocesi di Campobasso-Bojano e per il Molise, perché l’Opera è Molisana anche se sono tante le Testimonianze raccolte, ottantacinque, tra Autorità Ecclesiali e Civili, dall’Italia e dall’Estero, con Documenti e Fotografie storici ed inediti – ha dichiarato la Giornalista Codispoti – e ringrazio per la sua gentilezza Padre Mauro Bossi SJ, della Fondazione Culturale San Fedele di Milano, un’Opera della Compagnia di Gesù, Redattore della Rivista “Aggiornamenti Sociali”, anche lui ha partecipato all’Udienza con Papa Francesco, noi abbiamo avuto modo di sentirci quando il Libro è stato inserito nella Biblioteca della Fondazione del Cardinale Martini; infine ringrazio i Gesuiti per la loro opera di evangelizzazione in Italia e nel mondo, iniziata con Sant’Ignazio di Loyola, loro fondatore, e che continua ancora oggi”.