di T.A.

Rinnovamento sostanziale nel direttivo del Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, organismo preposto a salvaguardia, tutela e valorizzazione della storica ed ampia area olivetata a nord/ovest dell’abitato venafrano e dalla quale, unitamente ad altre zone olivetate del Venafrano, si ricava l’ottimo olio extravergine di oliva bio del Molise dell’ovest. Trattasi di quanto si ottiene dall’aurina, l’uliva storica dell’ambiente locale, apprezzatissimo dagli antichi romani, “cantato” da scrittori, poeti ed autori dell’epoca, utilizzato dai migliori ristoratori del terzo millennio e gustato un sacco dai contemporanei. Quindi il rinnovamento del direttivo del Parco di cui all’inizio. Detto che il Presidente resta il dr. Emilio Pesino, in attesa che il Presidente della Giunta Regionale Roberti faccia l’avviso per procedere alla nomina del nuovo presidente, avviso che dovrebbe essere imminente, questi i nuovi consiglieri eletti dall’assemblea regionale : prof. Ferdinando Alterio, agronomo ed esperto di gestione di olivicoltura storica, autore di libri e ricerche a riguardo, dr. Elviro Cipolla, capo assistente di volo Alitalia in pensione, esperto di gestione oliveti in potatura, e avv. Paola Moscardino, presidente Gal Molise rurale con esperienza nella gestione istituzionale di fondi e interventi a beneficio del territorio agricolo. Da specificare che i tre neo eletti già facevano parte del comitato tecnico scientifico del Parco, un organismo collaterale al consiglio direttivo del Parco stesso e perciò già addentro alle problematiche del settore. Altra nomina nell’ambito del Parco Regionale dell’Olivo di Venafro riguarda il revisore dei conti. In questo caso è stato prescelto dall’assemblea regionale il dr. commercialista Mario Gianfrancesco. A tutti buon lavoro.

Articolo precedenteIn Prefettura un Tavolo tecnico-istituzionale sulle problematiche ambientali della Piana di Venafro
Articolo successivoEscluso un bambino dalla recita. A Pizzone un fatto increscioso e poco edificante