Conclusa la convenzione Comune/Privato per la tenuta del verde comunitario, le due aree sono finite sommerse da erba alta, vegetazione a josa e rifiuti di ogni tipo sino a risultare inavvicinabili

Una situazione di degrado purtroppo palese e sotto gli occhi di tutti. E’ l’esatta fotografia dello stato delle cose del verde pubblico venafrano di Villa Maria e della Villetta al rione Ciaraffella, aree verdi praticamente “mollate” dal Comune -e di seguito si cercherà di spiegare- con tutte le conseguenze del caso. Erba altissima, vegetazione folta e in aggiunta carte, avanzi di consumazioni e rifiuti vari ad “impreziosire” ulteriormente tale verde pubblico, a conferma tra l’altro che mai un addetto alla raccolta dei rifiuti passa in loco a pulire e portar via quanto l’inciviltà e l’ineducazione umana sono leste ad abbandonare ovunque in barba al rispetto per la collettività.

Ad onor del vero, tornando alla tenuta di tali aree verdi, c’è un addetto destinato all’incombenza ma evidentemente il lavoratore da solo, fors’anche per motivazioni diverse, non riesce a fronteggiare quanto affidatogli. Conseguentemente, pur prodigandosi il predetto lavoratore, Villa Maria e Villetta risultano praticamente inaccessibili ed inavvicinabili, tante sono l’erba alta, la vegetazione cresciuta a dismisura, i rifiuti, le cartacce e via dicendo ! Come si è arrivati a tanto ? Andiamo per ordine. Anni addietro venne stipulata una convenzione tra Comune di Venafro e l’Azienda privata Scarabeo della città per tenuta e pulizia delle predette aree verdi. L’ente locale concesse attività commerciali all’interno di Villa Maria e la predetta azienda privata s’impegnò alla cura dell’area verde, provvedendovi con personale a proprie spese. Per anni la convenzione procedette speditamente, con reciproca soddisfazione : il Comune soddisfatto perché Villa Maria e Villetta erano ben tenute e quotidianamente curate senza oneri municipali, il privato altrettanto ricavandovi evidentemente  ritorno d’immagine e prima ancora il piacere di collaborare alla migliore tenuta del centro abitato, relativamente al verde pubblico. E tanta era la soddisfazione del privato che quegli provvide ad installare all’interno di Villa Maria significative tabelle a sottolineare l’importanza del verde per la salute collettiva e la necessità di curare e preservare tali aree per il bene comune.

In effetti tali tabelle sono sempre lì ma appaiono oggi quasi un controsenso, regnando incontrastati tutt’intorno degrado, incuria ed abbandono dopo la fine della convenzione Comune/Privato! In effetti gli addetti del privato non ci sono più a lavorare all’interno di Villa Maria e Villetta, mentre nel frattempo il Comune non ha previsto o non ha saputo destinare all’incombenza nuove braccia lavorative ! Ergo, tali aree verdi risultano attualmente impresentabili ed inavvicinabili ! Oggi infatti hanno più l’aspetto di una boscaglia e non già di verde bello a vedersi ed a intrattenervisi all’interno ! E mentre anziani, mamme coi piccoli in carrozzina e giovani sono praticamente spariti da Villa Maria dato lo stato impossibile della situazione, anche la Villetta ha pagato conseguenze “pesanti”, come l’annullamento delle celebrazioni in omaggio alla Madonna di Lourdes che annualmente si tenevano ai piedi della statua della Vergine posta al centro della Villetta di Ciaraffella. “Volevamo organizzare -sono le sconsolate affermazioni di quanti da anni si prodigavano nel merito- ma è stato impossibile procedere. Avevamo chiesto al Comune di far ripulire e rendere accessibile la Villetta, ma non c’è stato intervento di sorta. Un gran peccato un comportamento siffatto !”.

L’ente locale venafrano quindi “ha mollato” il verde pubblico cittadino, con tutte le bruttissime conseguenze del caso ! E meno male che al verde al Monumento ai Caduti di tutte le guerre in piazza Vittorio Veneto provvedono volontariamente altri privati cittadini che si occupano di irrigare e prevenire azioni di segno negativo, altrimenti la frittata della pessima tenuta del verde comune a Venafro sarebbe completa !

Articolo precedenteVenafro. Palestra polivalente in Via Pedemontana abbandonata a se stessa! Le foto
Articolo successivoMeteo: previsioni del tempo per il giorno 17/10/2022