di Tonino Atella

Sulla questione presentata una denuncia ai Carabinieri.

Una esplicita denuncia arriva da Alessandro Guastaferro, Presidente nazionale di TDDSGUARDIAMOAVANTI, associazione dei disabili della vista. L’uomo la trasmette per nome e per conto dell’ipovedente Mario Martino, vice presidente della stessa associazione. “Il 15 dicembre scorso- attacca Guastaferro- Mario Martino, vicepresidente di TDDSGUARDIAMOAVANTI, era in attesa del transito del bus di una determinata azienda regionale di trasporti al bivio di Castel Guidone in Trivento. L’autista del mezzo di trasporto che era diretto a San Salvo però non si fermò per far salire l’ipovedente ed il Martino fu impossibilitato a viaggiare”. Ci fu un seguito alla cosa ? “Il Martino -prosegue Guastaferro- ritenne di presentare regolare denuncia dell’accaduto ai Carabinieri di Trivento. Degli eventuali sviluppi non sono a conoscenza”. Il disabile non venne notato ? Ci fu altro perché il mezzo pubblico di trasporto non si fermò per prendere a bordo l’ipovedente? Certo è che l’accaduto è grave data la disabilità del mancato viaggiatore, categoria verso cui occorre sempre e comunque maggiore attenzione perché l’esistenza di ciascuno sia la migliore possibile, specie se in costanza di gravi disabilità come nel caso specifico. Siamo a disposizione, ovviamente, per pubblicare eventuali chiarimenti nel merito che vorrà fornire l’azienda di trasporti in questione.

Articolo precedenteInaugurata questa mattina la prima “Ecostazione” per le utenze domestiche della zona “S.Francesco”
Articolo successivoCome è cambiato il livello di gravità del contagio in Italia durante il 2021?