I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia, dopo un’accurata indagine speditiva, hanno denunciato a piede libero alla locale Procura della Repubblica un anziano del luogo per omissione di soccorso e lesioni a seguito dell’investimento di una ragazza isernina.

L’uomo nei giorni scorsi si era reso protagonista di un investimento pedonale nel centro abitato ai danni di una giovane che stava attraversavano la strada sulle strisce pedonali. Il conducente dopo la collisione si era dileguato senza prestarle il necessario soccorso. Sul posto erano intervenuti i Carabinieri per ricostruire la dinamica del sinistro e personale del 118 per soccorrere la vittima poi trasportata presso il pronto soccorso del nosocomio F. Veneziale per alcune contusioni. Grazie a preziosi indizi forniti da passanti e incrociati con alcune immagini successivamente acquisite presso esercizi commerciali, i Carabinieri in 48 ore hanno identificato l’uomo che dovrà ora rispondere di lesioni personali stradali e omissione di soccorso.

Il Comando Provinciale Carabinieri coglie l’occasione per ricordare che le norme di comportamento in occasione di sinistri stradali impongono l’obbligo di fermarsi e prestare sempre assistenza e soccorso alle persone coinvolte nell’incidente, fornendo sempre le proprie generalità e ogni altra utile informazione sia alle controparti che alle Forze di Polizia. In caso di feriti la norma punisce il trasgressore che si allontana dal luogo del sinistro stradale senza prestare il dovuto soccorso, con la reclusione da 6 mesi a 3 anni e l’applicazione della sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da 1 a 3 anni.