di Redazione

La guerra è il tema più ricorrente, ma non mancano richieste originali. A Isernia una speciale cassetta per raccogliere le missive

Caro Babbo Natale, quest’anno ho fatto arrabbiare mamma e papà. Vorrei come regalo il forno per le pizze con le pale perché da grande voglio fare il pizzaiolo. Comincia così la lettera di Marco, che aggiunge: “Ti chiedo anche di portare i regali a tutti i bambini che vivono in zone di guerra perché non possono scriverti la lettera”. Ginevra invece desidera “un mondo senza odio e senza guerra e che tutti i bambini avessero un papà e una mamma che li amano”. È proprio la guerra il tema più ricorrente nelle letterine che i bambini molisani hanno spedito a Babbo Natale, recandosi in questi giorni personalmente negli uffici postali della regione accompagnati da genitori e nonni. In molte occasioni, come nella sede di via XXIV Maggio a Isernia, sono state allestite delle cassette postali “a tema” per agevolare le operazioni di bambini e dipendenti. Non sono mancate, anche quest’anno, le missive rinvenute nelle cassette di impostazione oppure quelle consegnate direttamente nelle mani dei portalettere. Quella delle letterine a Babbo Natale – spiega il direttore provinciale di Isernia Filippo Castagna – è una bellissima tradizione che si rinnova ogni anno in molti uffici postali del territorio. È qualcosa di magico e al tempo stesso una responsabilità sapere che i bambini vedono noi una sorta di interlocutore privilegiato per arrivare al loro personaggio preferito e confidano nel nostro lavoro affinché le loro lettere giungano a destinazione. Noi non possiamo fare altro che assicurare loro l’efficienza di questo ‘speciale servizio’, eccezionalmente messo in piedi con la collaborazione e la complicità di impiegati, genitori e nonni”.

            

 

Articolo precedenteOroscopo al Caffè, l’agenda della scrittrice Greta Rodan fa tappa a Castel del Giudice
Articolo successivoCOLDIRETTI MOLISE: PROGETTO AGRISMART, GLI EFFETTI DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO SUL SISTEMA AGRO-ZOOTECNICO-FORESTALE