L’Ordine dei Geologi, in collaborazione con l’associazione Sigea (che presenterà l’omonimo libro gratuito), ha organizzato un Convegno Tecnico-Scientifico (rivolto ai geologi, ma aperto anche alla popolazione e altre figure professionali) dal titolo “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile”
(http://www.ordinegeologimolise.it/orgmolise/wp-content/uploads/2018/12/Locandina-06.12.2018.pdf), programmato per domani 06 dicembre a Guglionesi (CB) presso la “Casa del Fanciullo” (https://goo.gl/maps/9wHub5prGuA2) nella Villa Comunale.

L’incontro ha una taratura nazionale per il calibro dei relatori provenienti da INGV, ENEA e Università di Bari che aggiorneranno la platea sullo stato dell’arte della ricerca scientifica per la riduzione del Rischio Sismico in Italia. Nella seconda parte, saranno protagonisti relatori locali della Regione Molise e Unimol che focalizzeranno invece l’attenzione sul rischio sismico regionale.

L’evento è patrocinato dalla Regione Molise, Comune di Guglionesi, INGV, Consiglio Nazionale Geologi e Singeop (Sindacato Nazionale dei Geologi Professionisti).

<<La scelta della localizzazione del convegno a Guglionesi, il maggiore abitato interessato dalla recente sequenza sismica dell’agosto 2018 – dichiara il Presidente dell’Ordine dei Geologi Molise, Dott. Giancarlo De Lisio – è stata fortemente voluta dall’Ordine dei Geologi del Molise a testimonianza della vicinanza alla popolazione e per tenere accesa l’attenzione, anche mediatica, su tale area del Basso Molise che ancora oggi risente degli effetti del terremoto ed è in attesa di risposte dalle istituzioni per la fase post-sisma.

Lo spirito del convegno è quello di abbandonare definitivamente il fatalismo, quel “piangersi addosso” che spesso trova spazio mediatico durante tali eventi, per aprire le porte all’unica strada percorribile: una prevenzione efficace e scientificamente supportata che conduca ad una reale riduzione del rischio sismico delle nostre abitazioni e opere antropiche in genere. Il primo passo è appunto quello di alzare l’asticella della conoscenza geologica del nostro territorio: per questo abbiamo invitato relatori locali ed esterni che ci aggiorneranno sullo stato dell’arte.

Come noto, i geologi, molisani e non, sono a completa disposizione, in pieno spirito collaborativo con le altre figure professionali, per una corretta progettazione e pianificazione del nostro territorio nel rispetto delle peculiarità geologiche. Presenza di cavità nel sottosuolo, sabbie liquefacibili, effetti di sito, sono solo esempi di fattori geologici che devono essere tenuti in debita considerazione nella fase di progettazione.

La sicurezza della popolazione e del territorio è per noi la Stella Polare verso cui puntare e ci auguriamo che lo diventi nei fatti, non solo con annunci e buoni propositi, anche per le istituzioni locali e nazionali- conclude il Presidente De Lisio >>.