Autentiche “pietre” bianche, per dimensioni e consistenza, abbattutesi su Cervaro (Fr) impaurendo e procurando danni a colture e cose

Le grandinate d’estate. Intense, di breve durata, ma tali da arrecare paura ad uomini e donne e danni a colture e cose. Il fenomeno, ricorrente negli ultimi tempi, si è appena ripetuto a Cervaro (Fr), estrema periferia occidentale del Molise, arrecando tanto spavento, paura e danni consistenti a colture e cose. La conferma dalla documentazione fotografica e filmata del venafrano Alessandro Cotugno, trovatosi in zona per lavoro e che  ha fotografato l’improvvisa grandinata. Grandine grossa e consistente come “pietre bianche” che, una volta al suolo e sulle cose, hanno prodotto rumori consistenti e soprattutto danni nei campi e sulla proprietà privata. “L’insolita grandinata -ha testimoniato il molisano- è stata per fortuna di breve durata, ma il fenomeno è risultato particolarmente intenso. Sembrava che cadessero pietre, tanto era il rumore !”.

 

Articolo precedente“Tu vivi in me”: con un memorial Isernia ricorda Gianluca Gentile
Articolo successivoKeità e i venafrani, il piacere reciproco di tornare ad incontrarsi