Il Ministro, che ha radici agnonesi per parte di madre, presenzierà alla tanto attesa ‘Ndocciata e all’annullo filatelico speciale previsto per il 10 dicembre.

AGNONE – I preparativi per la grande ‘Ndocciata del prossimo 10 dicembre sono ormai entrati nel vivo. La macchina organizzativa, che ancora una volta ha dimostrato la sua efficacia durante la prima Festa dei fuochi rituali dello scorso 3 dicembre, sta definendo gli ultimi dettagli della tanto attesa manifestazione prevista per questo sabato.

Ancora una volta il calendario sarà fitto. Già a partire dal mattino, infatti, Agnone sarà la cornice di un convegno tenuto dall’Università del Molise per poi proseguire con l’Annullo filatelico speciale in collaborazione con Poste Italiane, dedicato alla “Ndocciata di Agnone Patrimonio d’Italia per la Tradizione”. La giornata si conclude quindi con la sfilata di ‘Ndocce, prevista per le 18.00 e successivamente lo spettacolo delle Fontane di Viorica, in Piazza del popolo, dalle 21.

Gennaro Sangiuliano

Così mentre incalza l’organizzazione, nelle stanze di Via Verdi giunge la tanto attesa notizia: il Ministro alla Cultura, l’Onorevole Gennaro Sangiuliano, su invito dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Saia, sarà presente ad Agnone per la Grande ‘Ndocciata e per lo speciale annullo filatelico.

“Per Agnone sarà una svolta memorabile” ha esordito il Sindaco Saia, non appena avuta la conferma. “Accogliere il Ministro ci permetterà di condividere direttamente con il Governo Centrale sia la nostra Grande ‘Ndocciata (riconosciuta come Patrimonio d’Italia per la tradizione, ndr), che portare all’attenzione del Dicastero le potenzialità e le esigenze del nostro territorio” ha spiegato il Primo Cittadino. “È risaputo che l’Alto Molise abbia un potenziale illimitato. Auspichiamo che questo primo incontro possa essere l’apripista per una collaborazione proficua che ci permetta di sfruttare le nostre risorse culturali per attirare sempre più presenze”.

Articolo precedenteFARE AMBIENTE MOLISE: “SUBITO UN TAVOLO DI CONFRONTO, INQUINAMENTO DELLA PIANA DI VENAFRO FUORI CONTROLLO”
Articolo successivoTermoli. Corsa campestre al parco comunale per gli studenti dell’IISS Alfano