Puntuale dal 1991 ad oggi, si ripropongono le Giornate Europee del Patrimonio. La manifestazione promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea e organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, si svolge in tutti i Paesi Europei aderenti alla Comunità allo scopo di far conoscere ai cittadini europei il loro patrimonio culturale come elemento di unione e di differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca, e di incoraggiare alla partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni.

Tra le varie iniziative in regione, spicca sicuramente quella voluta dal Polo Museale del Molise ed organizzata con certosina attenzione dalla dott.ssa Valentina Trotta, da poco responsabile del sito archeologico di Pietrabbondante in provincia di Isernia. Il programma prevede due giornate di fitto lavoro scientifico incentrate sui paesaggi culturali e la biodiversità e sui popoli italici ai tempi di Roma.

Il meraviglioso scenario del Teatro Tempio di Pietrabbondante, farà da cornice alle discussioni e alle relazioni dei diversi ospiti che calcheranno l’ambita scena nei giorni 22 e 23 settembre secondo il programma di seguito riportato. L’importanza delle GEP, l’ambientazione e le giornate di approfondimento, meritano un pubblico attento e numeroso tale da gratificare chi, per giorni, si è dedicato alla preparazione degli eventi.

Sabato 22 settembre

“Paesaggi culturali e biodiversità nell’Alto Molise”

Moderatore:

Arch. Mario Di Lorenzo, direttore GAL Alto Molise

Ore 15:00- 15:30 Saluti ed introduzione

Interverranno: Giovanni Tesone, Sindaco del Comune di Pietrabbondante
Valentina Trotta, funzionario archeologo MIBAC

Ore 15:30- 16:00 Prof. Paolo di Martino, Università degli Studi del Molise

Conservazione della biodiversità e sviluppo sostenibile: l’esempio della Riserva Man and Biosphere UNESCO di Collemeluccio-Montedimezzo Alto Molise

Ore 16:00- 16:30 Prof. Angelo Belliggiano, Università degli Studi del Molise

Biodiversità e sviluppo rurale: il potenziale socio-economico delle varietà di interesse agro-alimentare dell’Alto Molise

Ore 16:30 – 17:00 Dott.ssa Caterina Palombo e Dott.ssa Angela Tavone, Associazione Intramontes

Patrimonio culturale: è nella nostra natura. Il valore della Riserva MAB Collemeluccio-Montedimezzo Alto Molise, dalla conservazione all’educazione ambientale.

Ore 17:00- 18:00 Discussione

Domenica 23 settembre

“Quando Italia si chiamava Viteliu”

Ore 15:30 Conversazione sui popoli Italici nella grande storia di Roma e presentazione del romanzo storico per ragazzi “Viteliu. Il viaggio di Marzio”

Interverranno:

Valentina Trotta, funzionario archeologo MIBAC

Nicola Mastronardi, autore del romanzo storico “Viteliù. Il nome della libertà”

In caso di condizioni meteo avverse, gli eventi si svolgeranno nella Sala Consiliare del Comune di Pietrabbondante.

Articolo precedenteSiamo persone serie! Senza lavoro, senza sostegni, senza futuro! Ma non accettiamo compromessi sulla dignità!
Articolo successivoServizio autovelox mobile sulla Statale 85 Venafrana: Il calendario predisposto per il mese di ottobre