I militari della Compagnia di Venafro, nella mattinata odierna, hanno proceduto all’arresto in flagranza di due persone di origine campana resesi responsabili di furto di ingenti quantitativi di tabacchi.

I dettagli dell’operazione sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si tenuta presso la sede della Compagnia Carabinieri di Venafro, alla presenza del comandante provinciale dei Carabinieri di Isernia, Ten. Col. Gennaro Ventriglia.

“Questa notte alle 4.30 circa i Carabinieri della Compagnia di Venafro hanno tratto in arresto due pregiudicati campani, di cui uno evaso dagli arresti domiciliari che in Abruzzo si erano appena resi responsabili del furto di 350 stecche di sigarette, 70 gratta e vinci, 250 euro in banconote e 1.360 euro in contanti ai danni di una tabaccheria di Alfedena. Quando si era appena verificato il furto la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Castel di Sangro, lanciava l’allarme. La Compagnia di Venafro, immaginando che i malviventi fossero diretti in Campania, disponeva una rete di posti di controllo, fin quando veniva intercettato l’automezzo dei ladri, un furgone, che proseguiva a velocità forsennata lungo la SS.158 inseguito dalla pattuglia della Stazione di Colli A Volturno, mentre una pattuglia della Compagnia Carabinieri di Venafro eseguiva un posto di blocco all’altezza del distributore di benzina in località Roccaravindola. Così il furgone veniva bloccato ed i due ladri tratti in arresto. I due sono finiti in carcere in attesa del processo per direttissima. L’intera refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario”.