Funzionari dell’Agenzia Dogane Monopoli (ADM), in servizio presso l‘Ufficio delle Dogane di Campobasso, e militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Campobasso stanno dando esecuzione ad un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria di sequestro preventivo di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, fino alla concorrenza dell’importo di circa 13,5 milioni di euro, nei confronti di una società molisana operante nel settore dei prodotti petroliferi, nonché dei responsabili legali protempore e dell’amministratore di fatto.

Il fenomeno fraudolento oggetto di indagini rientra, infatti, nelle più pericolose tipologie di frode in materia di accise sui prodotti petroliferi e dell’I.V.A., maggiormente sentite a livello nazionale e dell’Unione Europea, ed in ordine alle quali particolare attenzione è riservata sia dalla Guardia di Finanza che dall’ADM.

L’odierna attività di servizio testimonia l’importanza della collaborazione a livello istituzionale per il contrasto a taluni peculiari sistemi di frode e conferma l’efficacia dell’analisi dei rischi e antifrode dell’ADM e l’importanza del controllo economico-finanziario del territorio da parte delle Fiamme Gialle per contrastare fenomeni di reato che, alterando la concorrenza, danneggiano le aziende sane e corrette, a maggior ragione in un periodo dalla difficile congiuntura attuale, contraddistinto dal faticoso tentativo di superare le conseguenze economiche negative del “Covid-19”.