Riceviamo e pubblichiamo

Continuiamo inermi ad assistere il triste teatrino messo in atto dall’Assessorato all’agricoltura e ARSARP Molise ogniqualvolta devono assolvere obblighi nei confronti dei lavoratori forestali.

Con determina del Direttore del II Dipartimento, Autorità di Gestione del PSR Regione Molise 2014/2020 è stato approvato l’allegato “A” Attuazione della sottomisura 8.5 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, lo stesso delinea le “Procedure di attuazione” è prevede che le azioni di intervento sono attuate, a regia diretta dalla Regione Molise avvalendosi dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della

Pesca (ARSARP), alla quale sono affidati tutti i compiti connessi con l’esecuzione degli interventi, in qualità di beneficiario. Fatta questa dovuta premessa, prendiamo atto, che, alla data odierna i lavoratori forestali, si ritrovano, come di consuetudine senza alcuna garanzia di percepire le spettanze maturate, sia per quanto concerne la cantieristica forestale, in attesa delle risorse da Agea, sia per quanto concerne il Servizio antincendio boschivo, di cui la Regione deve necessariamente munirsi, in attesa che la Giunta Regionale trasferisca le risorse ad Arsarp, quasi dimezzate, per lo svolgimento del servizio stesso.

Dallo scorso mese di ottobre, senza alcuna presunzione, e senza timore di essere smentiti, avevamo prospettato all’Assessore Cavaliere e ai vertici Arsarp questa triste situazione per i lavoratori, che puntualmente purtroppo si è verificata. Era inevitabile visto l’immobilismo, la superficialità e il disinteresse dimostrato da Assessorato ed Arsarp Molise. Sarebbe bastato attivarsi in maniera celere, seguendo le indicazioni che avevamo fornito per evitare enorme disagio ad una categoria che già in condizioni ottimali ostenta.

Oggi, mentre i lavoratori attendono garanzie e risposte, e soprattutto risorse, i dirigenti preposti sono tranquillamente in vacanza con le “tasche e la pancia piene”, gli operatori, in parte a casa forzatamente, anziché in vacanza, altri, nonostante tutto ad ottemperare, con grande serietà, i loro compiti senza alcuna garanzia e certezza di percepire le spettanze maturate. Mentre nelle altre Regioni di Italia i lavoratori forestali, non solo sono stati stabilizzati, ma vengono considerati una potenziale risorsa a disposizione delle Amministrazioni, nel nostro piccolo Molise, continuano a rappresentare esclusivamente un piccolo serbatoio di voti a disposizione del pseudo politico di turno.

La completa assenza di programmazione e di relativa copertura finanziaria è diventata prassi consolidata nell’ultimo anno, problematiche che nel quinquennio precedente non avevamo certamente sofferto, e ne diamo pubblicamente atto all’ex Assessore Facciolla. Insieme con i lavoratori concorderemo nei prossimi giorni forme di protesta idonee, necessarie, affinchè la Giunta Regionale provveda immediatamente al trasferimento delle risorse ad Arsarp per lo svolgimento del servizio AIB, attivo già dal 17 luglio, ma senza alcuna copertura finanziaria, e contestualmente provveda ad anticipare risorse all’Agenzia Regionale, in attesa che AGEA trasferisca le risorse della sott.mis.8.5 ad ARSARP Molise.

Non possono essere, e non devono essere sempre i più deboli a pagare il prezzo della negligenza, della superficialità, e dell’inefficienza della cosa pubblica. Sembra evidente, senza dubbio, che siamo in balia di una “pletora di politicanti e dirigenti improvvisati”.

Giuseppe PAVONE
Rossella GRISELLI
Donato DI BLASIO

(Esecutivo Reg.le USB Molise)