di Ylenia Scarabeo

Per tutto il mese di agosto, verranno congelate dal fisco le cartelle e le comunicazioni. Questo in accordo tra Agenzia delle entrate e Agenzia delle entrate-riscossione con il ministero dell’Economia, che hanno previsto la sospensione della notifica di cartelle, avvisi di liquidazione, lettere di compliance e richieste di documentazione. In questo modo, a rimanere saranno solamente gli atti inderogabili.

Per quanto concerne le comunicazioni dell’Agenzia delle entrate e le cartelle di riscossione, verranno congelate ben 650mila dell’una e 450mila dell’altra e la rispettiva notifica riprenderà solo a termine delle settimane di sospensione. Nella sospensione di agosto rientrano anche le richieste agli intermediari e ai contribuenti di esibizione di documenti relativi al controllo formale delle dichiarazioni dei redditi sui dati riguardanti le deduzioni, ritenute e detrazioni indicati in dichiarazione, che potranno essere prodotti entro il 1° ottobre 2018. Inoltre, l’Agenzia permette ai contribuenti di rimediare ad eventuali errori o dimenticanze relative alle lettere di compliance di varia tipologia di reddito, per l’anno d’imposta 2014.

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria ha commentato l’argomento: <<Nell’ottica di una sempre maggiore attenzione verso i cittadini, l’amministrazione finanziaria ha deciso di sospendere ad agosto l’invio di oltre un milione di atti. E’ un segno di riguardo nei confronti dei contribuenti, con l’obiettivo di ridurre al minimo eventuali disagi in un periodo particolare dell’anno>>. In aggiunta il Ministro specifica: <<L’amministrazione non sospende ovviamente la sua attività interna, ma si muove in una logica di buon senso e di semplificazione dei rapporti con famiglie, imprese e professionisti>>.

Articolo precedenteH&M, assunzioni in ben 13 regioni per addetti vendita part time
Articolo successivoGuardia di Finanza, avvicendamenti di due ufficiali al Comando Provinciale di Isernia