Antonio Passanese, giornalista isernino del Corriere Fiorentino, è stato aggredito da un rider di una nota società di consegne a domicilio. Passanese, ha riportato una frattura a un dito di una mano e 25 giorni di prognosi.

L’aggressore è stato denunciato, si tratta di un fiorentino di 50 anni con qualche precedente per appropriazione indebita e spaccio. Ieri, come ogni mattina – riporta il Corriere Fiorentino – Passanese era al lavoro per raccontare se nel centro storico ci fossero persone riottose alle norme per il contenimento del Coronavirus. Parlava al telefono, camminando sul marciapiede quando il ciclista, zaino in spalla, gli ha urlato dalla strada: «Ti ci vorrebbero due colpi in testa». Passanese non ha risposto e ha continuato per la sua strada. Ma poco dopo il rider è tornato indietro con fare minaccioso.

Il cronista ha cercato di rabbonirlo mostrando il tesserino di riconoscimento — «Sto lavorando, sono un giornalista». Ma l’altro, secondo la denuncia, non ha sentito ragioni: ha afferrato il documento e lo ha gettato per terra, per poi colpire con calci e pugni. «Chiedevo aiuto — racconta Passanese — ma nessuno è intervenuto tranne due nordafricani e poi i carabinieri. Solo allora è finito l’incubo».

Numerose testimonianze di solidarietà. “Tutta la mia solidarietà ad Antonio Passanese – scrive in un tweet il sindaco di Firenze, Dario Nardella – aggredito in strada senza motivo mentre stava lavorando.

Un augurio di pronta guarigione al collega Antonio Passanese da tutta la nostra redazione.

Articolo precedenteCoronavirus, sale a 159 il numero dei contagiati in Molise
Articolo successivoCalenda, Scarabeo e Iorio: “Stop alle lungaggini burocratiche. Sblocchiamo subito gli ammortizzatori sociali”