Successo confermato per l’edizione invernale della Festa del Giovane Calciatore. Seicento bambini hanno preso parte alle varie tappe che si sono svolte in queste settimane in vari centri della regione, un numero che senza dubbio la dice lunga sull’importanza dell’evento organizzato dal Settore Giovanile e Scolastico della Figc regionale, in collaborazione con le Delegazioni Provinciali ed il Comitato Regionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio LND del Molise.

La manifestazione che precede la festa del Fun Football, in programma a maggio, è stata riservata alla categoria “piccoli amici” e “primi calci”. E’ stato un momento di aggregazione, all’insegna dello sport e del divertimento, ed il Coordinatore Federale Regionale SGS dott. Gianfranco Piano ha ricevuto i complimenti di tanti genitori entusiasti e dei rappresentanti delle varie società sportive delle due province per l’ottima organizzazione della kermesse i cui numeri crescono di anno in anno: “Siamo enormemente soddisfatti per l’ottima riuscita dell’evento. I numeri del resto parlano chiaro: 100 bambini nella tappa di San Giuliano di Puglia, 200 nelle due di Isernia e 300 a Campobasso.

Stiamo crescendo tanto e questo è stato possibile grazie anche al lavoro di tutto il gruppo del Settore Giovanile e Scolastico. Mi preme ringraziare, oltre che tutti i ragazzi protagonisti dell’evento, anche i tecnici ed i genitori che ad ogni manifestazione non hanno fatto mai mancare il loro sostegno”. La festa, come detto, è stata dislocata in tre diverse sedi della regione, in modo tale da agevolare la partecipazione di tutte le società nelle strutture a loro più vicine.

Sabato scorso al Palaunimol di Campobasso si è svolta l’ultima tappa che ha visto protagonisti 300 bambini in rappresentanza di 17 società: Acli Calcio Cb, Baranello, Chaminade, Difesa Grande Termoli, Gambatesa, Guardialfiera, Larino, Mirabello, Morgia Pietracatella, Olimpia Riccia, Sporting Cercemaggiore, Stella Nascente Trivento, Virtus Bojano, Primavera Cb, I Sanniti, Isola Croata e Cus Molise.

Il palazzetto dello sport dell’Ateneo gremito ha fatto da cornice alla manifestazione animata dallo speaker Ciarlariello. Nel corso dell’evento i bambini si sono affrontati in mini incontri di calcio, 5V5, con sostituzioni “volanti” su campi di dimensioni ridotte e con un tempo di gioco della durata di dieci minuti ciascuno, con rotazione tra le squadre.

Perfetta l’organizzazione a cura dello staff del Settore Giovanile e Scolastico con a capo il Responsabile all’Attività di Base prof. Mastrogiacomo, supportato dalla prof. Rotili e dal collaboratore Ricciardella, coadiuvati dalla delegazione provinciale Figc LND composta da Sorgente, Napolitano, Stanziale e Pasquale. Presente anche la collaboratrice Sgs dott.ssa Guidone, mentre nel lungo pomeriggio calcistico il personale sanitario con ambulanza ha garantito la sicurezza dei ragazzi in campo.

Articolo precedenteIl Comune di Pozzilli sotto la lente della Guardia di Finanza
Articolo successivoRiflessione spirituale di don Emilio Cioffi: “La voglia di esprimersi sta in tutti”