Il presidente regionale CRI Molise Giuseppe Alabastro si ritiene soddisfatto per la partecipazione dei Volontari, nonostante l’emergenza regionale dettata dallo sciame sismico ma soprattutto per l’importante ricaduta formativa che la Gara di Primo Soccorso ha in sé, infatti è un occasione dove il nostro personale Truccatori specializzato nel truccare altri volontari riproducendo segni esterni di diverse patologie e nel ricostruire ferite, tagli e finte amputazione e i Simulatori nel simulatore le varie patologie, tutto questo serve per addestrare il nostro personale addetto al soccorso che ha la possibilità di essere calato in una scena, curata nei minimi dettagli, affinché possa operare secondo procedure e protocolli codificati a cui poi nella vita reale sono chiamati ogni qualvolta viene richiesto un intervento di soccorso.

A Ferrazzano, sono state allestite diverse scene che riproducono incidenti sul lavoro, in particolare in una falegnameria, un attentato in una Pinacoteca con diversi feriti e un incidente in un teatro mentre dei tecnici allestivano una scenografia per uno spettacolo. Nella gara ogni squadra è stata attentamente valutata e motorizzata, esaminata ogni azione di ciascun dei 7 componenti della squadra dei soccorritori, sotto l’occhio attendo di diversi giudici qualificati ed imparziali coordinati da giudici Master esperti in materia di soccorso. Oltre 150 gli intervenuti e diversi sono stati i Visitatori provenienti dalle regioni limitrofe. Un valido supporto all’organizzazione è stato fornito dal Comitato Regionale Campania in particolare dalla Sor Campania per i Collegamenti e dal Comitato di Napoli che ha fornito un team di personale qualificato per le riprese interne ed esterne con sofisticate apparecchiature e riprese video con i Droni che in particolare situazioni di emergenza offrono un valido contributo alla attività di soccorso.

La IV Gara Regionale di primo Soccorso è stata aggiudicata dalla Squadra del Comitato di Campobasso che di diritto parteciperà a Scalea (CS) il prossimo 14 ottobre alla Gara Nazionale di Primo Soccorso, fuori concorso ha partecipato la squadra del Comitato di Casal di Principe (CE). Le autorità CRI intervenute i Presidenti della regione Liguria dott. Maurizo Biancaterra, il Cav. Giovanni Addis Presidente Regionale CRI Campania e il Presidente dell’Abruzzo dott. Gabriele Perfetti i quali hanno lodato l’operato degli organizzatori della Gara diretti dal Delegato Tecnico Regionale Area Salute e Consigliere del Direttivo del Comitato CRI Molise Vol. Roberta Angelocola. Il Presidente Alabastro si dichiara veramente soddisfatto perché dopo anni e dopo tanti sacrifici quest’anno abbiamo riproposto una bellissima Gara Regionale ricca di significati e Valori, infatti per la prima volta in corteo ha sfilato il labaro del Comitato Regionale Molise della Croce Rossa Italiana insignito di benemerenza dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale per l’emergenza alluvione di Alessandria 1994.

Inoltre nella cerimonia di apertura sono stati ricordati Cari Colleghi e Amici che purtroppo ci hanno lasciato, tra i colleghi il nostro Amico Volontario CRI Vinicio Cieri sempre al servizio del prossimo e in Croce Rossa si è sempre distinto per la signorilità, discrezione, disponibilità e allegria verso tutti, ancora è stato ricordato un amico della CRI Molisana il dottor Raffaele Di Robbio che anche se da poco tempo aveva comunque allacciato forti rapporti di collaborazione basati su stima, cordialità e amicizia con la CRI Molise e a cui noi tutti Volontari ci sentiamo fortemente legati, ed infine ma non per ultimo, la CRI Molise ha voluto ricordare con una targa alla memoria ritirata dalla moglie dell’ing. Giovanni Strazzullo, un Vigile del fuoco che ha collaborato in tante emergenze regionali con i Volontari della Croce Rossa in modo particolare nell’emergenza terremoto di San Giuliano di Puglia (CB) dove tantissimi Volontari ed Infermiere Volontarie hanno operato fin dalle prime ore del crollo della scuola, ma si è reso sempre disponibile anche in esercitazioni e momenti formativi in favore della CRI grazie alla sua alta professionalità e capacità organizzativa.

Tre uomini che in pochi giorni ci hanno lasciato un grande vuoto e se anche in modo diverso sono stati un esempio di vita per tutti noi e tutti hanno condiviso con Noi nel corso della loro vita terrena i Valori del nostro Movimento. La CRI regionale continua, anche se con risorse limitate, ad essere il primo network Umanitario della regione Molise e in questo particolare periodo di emergenza regionale oltre ad attivare la propria Sala operativa regionale presso la nuova sede del Comitato Regionale CRI Molise in via Conte Verde n. 3 a Campobasso, ha una struttura tecnica regionale di valutazione, una task-force di valenti tecnici esperti, quale uno psicologo, un ingegnere, medico, disaster manager, funzionario regionale addetto alle operazioni che quotidianamente si alternano e visitano le tendopoli, incontrano la popolazione residente e parlano con i tecnici dei diversi Centri Operativi Comunali attivati, e sono gli interlocutori privilegiati dei Sindaci dei territori dei comuni del cratere perché la CRI è ausiliaria dei poteri pubblici e pertanto è sempre al servizio delle Istituzioni.

La Croce Rossa Nazionale e Regionale segue attraverso la sua struttura gerarchica e capillare sul territorio e attraverso il Comitato Nazionale al verificarsi delle prime richieste di allestimento di tendopoli in perfetto coordinamento e sintonia con il Capo del IV Settore che comprende la Struttura di Protezione della Regione Molise arch. Giuseppe Giarrusso hanno soddisfatto le diverse richieste quale quella della fornitura in pochissime ore di 300 posti letto completi per le popolazioni dei paesi del cratere e stoccati in locali comunali agibili di proprietà del comune di Guglionesi. Oggi la CRI è cresciuta e cerca di dare risposte concrete a quanti hanno bisogno. Risposte efficaci ed efficienti al fine di portare un messaggio Umanitario sempre e a tutti. Ed infine voglio ringraziare gli sponsor della manifestazione che hanno contribuito ad arricchire i premi dei partecipanti alla Gara : il Pastificio La Molisana s.p.a con sede a Campobasso, l’Azienda Vinicola San Nicola di Pollutri con punto vendita a Termoli, La societa’ coperativa Biosapori di Casacalenda e il Confettificio Papa Dolce e Amaro s.r.l. di Monteroduni.

Si ringrazia la Regione Molise e il Comune di Ferrazzano per il patrocinio in modo particolare un grazie agli Amministratori e ai funzionari Comunali di Ferrazzano per la loro disponibilità e attenzione dimostrata nei confronti della Croce Rossa Italiana del Molise. Il mio grazie va ad Antonello Di Vincenzo un giovane di 11 anni di Mirabello Sannitico che ha accompagnato il corteo con il suono del suo rullante, alla rappresentanza del gruppo folcloristico di Ferrazzano ai tanti Volontari CRI che in questi mesi si sono impegnati in tante ore di addestramento e riunioni organizzative insieme ai dipendenti e funzionari del Comitato Regionale CRI Molise. Un grazie ai Giovani CRI, alla componente del Corpo Militare Volontario CRI, alle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.

La gara ha valutato anche la preparazione delle squadre sulla Storia della Croce Rossa e della Medicina e le conoscenze di Diritto Internazionale Umanitario per la quale Croce Rossa annovera una lunga esperienza costituita da oltre 154 anni di storia e di numerose produzioni di convenzioni internazionali e protocolli. La CRI Molise è un patrimonio della nostra comunità Molisana, una ricchezza di bene, di idee e di duro lavoro per gli altri da oltre centotrenta anni, oggi c’è e vuole esserci in maniera significativa in una società che tuteli le ricchezze della diversità l’importanza della pace nel mondo offrendo sempre un Sorriso per il bene del prossimo in un’Italia che Aiuti tutti.

Si ringraziano i rappresentanti delle Forze Armate e Corpi dello Stato intervenuti: i Carabinieri della stazione di Mirabello Sannitico, il personale della Capitaneria di Porto di Termoli e i rappresentanti del Comando Regionale Molise dei Vigili del Fuoco. Il logo della manifestazione,stampayto sulle t-shirt è stato realizzato dai Volontari Edmondo Manganello e dal Consigliere Regionale Giovani Vol. CRI Maria Cristina Viele.