La debacle del Movimento 5 Stelle, i grillini mai così in basso. Mentre trionfa da Nord a Sud la Lega di Matteo Salvini, sprofonda il Movimento 5 Stelle, e si prepara un terremoto nel governo giallo-verde. Una scossa che non è semplicemente legata al nuovo primato del Carroccio, ma all’ampio divario che si è creato tra i due azionisti dell’esecutivo Conte.

Dopo il 25,6 per cento delle Politiche 2013 il Movimento calò al 21,2 delle Europee 2014 per poi volare al 32,7 per cento alle Politiche del 4 marzo 2018, appena 15 mesi fa. Oggi alle Europee si attesta al 17,4 %. In poco più di un anno, il M5S ha perso qualcosa come 6,2 milioni di voti (esattamente 6.189.000), tra astenuti e cittadini che hanno deciso di premiare un’altra forza politica.

Il reddito di cittadinanza non è stato la misura che ha abolito la povertà ma un incentivo al disordine pubblico. Si è rivelato un fallimento rispetto alle aspettative di ritorno in termini di voti. Ora nel governo giallo-verde il barometro potrebbe segnare burrasca.

Di Maio fa autocritica. “Forse al principio siamo stati troppo silenziosi, troppo puri, se questa è una colpa me la prendo. Ma sappiamo di aver fatto tanto, faremo ancora tanto e siamo sicuri che i cittadini lo capiranno”. E’ un’intervista amara quella che rilascia Luigi Di Maio al Corriere della Sera mentre si delinea la catastrofe del Movimento 5 stelle: “La bassa affluenza ci ha penalizzato, è vero, ma lo sapevamo.

Quindi nulla di nuovo, ora testa bassa e lavorare”. E ancora: “Prendo atto che la nostra gente si è astenuta e attende risposte e noi queste risposte gliele vogliamo dare”, “non è la prima volta che attraversiamo un momento di difficoltà, sapremo uscirne come sempre”.

Articolo precedenteEcco tutti i Sindaci eletti nei 22 Comuni della provincia di Isernia
Articolo successivoComunali Filignano, Coia sconfitto: Perde anche la presidenza della Provincia di Isernia