di Redazione

 campobassani di scena nell’impianto del fanalino di coda. L’allenatore Mariano Maniscalco: «Una gara da affrontare con il massimo dell’attenzione» 

Il via al girone di ritorno nel girone G della serie B maschile con alle spalle il titolo di ‘campioni d’inverno’ ed un percorso immacolato – senza sconfitte cioè – nelle prime dodici gare affrontate per la stagione 2023/24. Forti anche della qualificazione alla Final Four di Coppa Italia, gli EnergyTime Spike Devils si proiettano, nel secondo sabato del mese di febbraio, sulla trasferta in casa del fanalino di coda Fenice Roma, ensemble con sette punti all’attivo (28 meno dei molisani, ndr). All’andata – nella giornata di esordio del torneo – tra le mura amiche del Montini i rossoblù ebbero la meglio per 3-0 con parziali a 13, 11 e 17. Ora – con primo servizio alle ore 16 ed arbitri i catanesi Rossella Agata Squillaci e Paolo Pirronitto – ci sarà il confronto di ritorno ospitato presso l’impianto dei capitolini: il campo centrale della struttura ‘Giordano Bruno’. «Sarà una gara da affrontare al meglio – spiega alla vigilia il tecnico dei campobassani Mariano Maniscalco – e con la giusta maturità. Dovremo essere bravi a mettere in un cassetto le tante emozioni e la fatica delle due gare ravvicinate di Coppa Italia per poi tornarci in occasione della Final Four, riaprendo invece il percorso del campionato». Una sfida come quella coi capitolini, peraltro, potrà essere l’occasione – così come nei due set finali del confronto di domenica scorsa a Reggio Calabria – per dare spazio e minutaggio alle rotazioni successive a quelle del sei più uno base. «Dobbiamo mettere tutti in condizione di dare il proprio apporto – riconosce il trainer – per dare a tutti l’opportunità di essere utili alla causa. Ma prima di questo il nostro percorso è legato al risultato, quella deve essere la nostra priortità». Così come al PalaCalafiore, non sarà del gruppo il centrale agnonese Stefano Diana alle prese con una distorsione alla caviglia col tecnico rossoblù che si augura di poterlo avere nuovamente a disposizione per la sfida che verrà: ossia il match interno con la Lazio, primo dei due match chiave (il successivo sarà sul rettangolo di gioco del Pomigliano) che andranno a chiudere il mese di febbraio. «Saranno due gare di rilievo, ma ogni partita ha il suo tempo. Ora tutte le nostre attenzioni devono andare alla Fenice Roma». Rivale dalle caratteristiche prettamente giovanili «un gruppo cresciuto col passare delle giornate – precisa Maniscalco – migliorando con forza tecnicamente, tatticamente e fisicamente. Puntano a salvarsi ed hanno fatto dei passi avanti anche a livello di prestazioni al di là di quanto possa dire la classifica». In tal senso, a livello di condotta tattica, i campobassani dovranno «puntare a far emergere le proprie caratteristiche a livello complessivo senza particolari accorgimenti di sorta».

Articolo precedentePensiero del mattino – 9 febbraio 2023 Ogni giorno una nuova novità…
Articolo successivoIL MOLISE A “CASA SANREMO”, KERMESSE CANORA PARALLELA AL FESTIVAL DI SANREMO